Ultim'ora
Commenta

Il sindaco Stefania Bonaldi
ha presentato in Consiglio
il programma di mandato

Stefania Bonaldi ha presentato ieri in Consiglio comunale le linee programmatiche del suo secondo mandato: “E’ frutto dell’esperienza e del lavoro portato avanti nel mandato precedente, ma anche del lavoro di partecipazione e proposta dei gruppi tematici di ‘IncontriAmoCrema’”.

Lavoro e l’impresa restano al vertice del programma: vanno messe in campo azioni che “migliorino le condizioni socio-economiche ed occupazionali, anche facendo squadra con gli altri Comuni del Cremasco”. Lo sportello lavoro, inaugurato qualche mese va portato avanti, così come gli input a Reindustria affinché sviluppi progetti di attrattività territoriale. Un occhio ovviamente viene dato al cosiddetto Distretto agro-urbano della bellezza e, quindi, ai prodotti agro-alimentari, perché sempre più diventino un’eccellenza cremasca.

Altro macro tema sono Cultura e Turismo, per sviluppare i quali si andrà a potenziare il museo e intensificare il dialogo con la Pro Loco e la Fondazione San Domanico. Anche la “casa delle culture”, uno spazio che favorisca l’incontro delle diversità, ha trovato spazio nel programma. L’obiettivo dell’assessorato alla Cultura è poi unificare tutte le iniziative che riguardano i libri e la lettura.

Il primo cittadino si è poi soffermata per spiegare il progetto per la Protezione, i Diritti e la Partecipazione. Si vuole potenziare la presenza dei vigili urbani, specie nei quartieri e, sempre per la sicurezza, arriveranno entro Natale i varchi elettronici. Anche il contrasto alle dipendenze, sia da sostanze che da gioco d’azzardo, trova posto nel Bonaldi-bis. Altro obiettivo sarà l’eliminazione delle barriere architettoniche, così come la promozione del civismo.

Sulla Mobilità e Innovazione si punta all’attuazione del Pums recentemente approvato e e superamento della barriera ferroviaria sul viale di Santa Maria, senza dimenticare il progetto C.Re.M.A.2020. Attenzione anche all’Ambiente con la riduzione del consumo di suolo e il potenziamento della raccolta differenziata dei rifiuti. Proseguirà anche il progetto delle case dell’acqua. Nei Quartieri si punta ad avere una piazza, come detto in campagna elettorale, che funga catalizzatore per la coesione sociale e lo sviluppo dei rapporti umani. Il recupero di Austroungarico e Stalloni sarà un discorso ripreso a stretto giro, così come la caserma dei vigili del fuoco. Per la Famiglia e i Giovani si metteranno in campo azioni di supporto alle nuove generazioni, senza dimenticare l’attenzione agli anziani e l’accoglienza agli stranieri, che “deve passare da emergenza ad accoglienza strutturata, da attuare con i gestori del territorio”. Infine lo Sport, con il totale recupero del Velodromo, la pista di atletica e, soprattutto, il motto che ha accompagnato Cces2016: lo sport per tutti.

Il programma di mandato sarà discusso in Consiglio il prossimo 31, mentre la votazione per l’approvazione si terrà il 2 prima della pausa estiva.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti