Commenta

Stefania Bonaldi: 'Pronta
a ripartire. Subito sportello
unico per i cittadini'

Un sorriso che scioglie la tensione delle ultime settimane di campagna elettorale e la determinazione di voler governare la città con lo spirito di serietà e lo sguardo lungo che, come ha detto “hanno contraddistinto il primo mandato”.

La rielezione di Stefania Bonaldi, secondo il sindaco stesso, “non era per nulla scontata; il primo turno aveva messo in luce la forza del mio avversario (Enrico Zucchi, ndr) con un esito sorprendente. Le settimane che hanno portato al ballottaggio sono state intense: ho, abbiamo, dato davvero il massimo in termini di rapporto con la gente, di contatto e presenza e siamo arrivati anche a molte persone che l’11 giugno non ci avevano scelti. Io e Zucchi abbiamo impostato la corsa al ballottaggio in modo differente e mi pare, ora, di poter affermare che la nostra strategia ci ha consegnato il risultato sperato. E’ stato premiato il lavoro di squadra e i 5 anni trascorsi nei quali abbiamo condotto la macchina comunale con serietà, senza scandali e sempre facendo squadra”.

Ora prevale la soddisfazione, anche alla luce dello scarso risultato che il centrosinistra ha ottenuto in Lombardia, “Insieme a tanta voglia di rimettersi in campo e lavorare al servizio di Crema e dei suoi cittadini. Siamo motivati e il confronto avuto con gli elettori ci servirà da guida per non ripetere alcuni errori, seppur fatti in buona fede e sempre ammessi”.

Domani, mercoledì 5 luglio, nel tardo pomeriggio, sarà presentata la nuova Giunta che vedrà conferme significative, “proprio perché con questo gruppo abbiamo lavorato bene e non ho motivi di metterne in discussione l’operato”. Tra le novità il neurologo Michele Gennuso al Welfare e Politiche Giovanili; a Cultura e Turismo dovrebbe arrivare la professoressa Emanuela Nichetti. Matteo Piloni tornerà a ricoprire le proprie deleghe, nonostante la prossima candidatura alle elezioni regionali; riconfermato anche Attilio Galmozzi all’Istruzione e Smart City e Fabio Bergamaschi a Lavori Pubblici, Viabilità e Mobilità.

Sula nomina del vicesindaco si sono rincorse più voci nelle ultime settimane; a tal proposito la Bonaldi non si sbottona, sottolineando che “faccio il sindaco a tempo pieno, ma la normativa impone che venga nominato un vice. Non ne farei una questione più grande di quella che è. Ho riflettuto molto in proposito e il nome c’è. Dopodiché, le deleghe non sono scolpite nel marmo e sono certa saranno riviste in futuro”.

Per quanto riguarda il Consiglio comunale, la prima seduta verrà convocata per lunedì 10 luglio in serata e non nel pomeriggio come di solito avviene. Anche qui alcune riconferme e molti volti nuovi. Abbiamo chiesto al sindaco se le mancherà qualcuno. “Renato Stanghellini; era un valore aggiunto e mancherà a tutti. Speriamo torni in veste di Babbo Natale a farci gli auguri”. Per il resto il primo cittadino è convinta della bontà della turnazione che “a questo giro porta una bella ventata di novità. Nessuno va rottamato, ma per ognuno c’è un tempo definito per ricoprire la carica. Alla mia seconda discesa in campo avevo detto che questo sarebbe stato il mio ultimo incarico a Crema, sia in caso di vittoria che di sconfitta”.

E le prossime azioni? “Luglio ci vedrà impegnati sul tema dell’approvazione delle linee di mandato, questioni di ordine tecnico che vanno sbrigate. Fatto questo il mio primo impegno riguarda la creazione di uno sportello unico al cittadino che si interfacci con le necessità, snellendo la burocrazia. Parallelamente porterò avanti il tema dell’attrattività territoriale con gli altri Comuni del Cremasco”.

Tutto questo senza dimenticare il rapporto diretto e la vicinanza con i cittadini: “Intensificheremo i tour nei quartieri e stiamo anche pensando ad una delega consiliare specifica per le case popolari, così che i residenti abbiano un riferimento che possa facilmente dialogare con il Patrimonio e il Welfare”.

Insomma, pare che la maratona del sindaco sia davvero appena iniziata.

Ambra Bellandi

 

© Riproduzione riservata
Commenti