Cultura
Commenta

Emozione per l’inaugurazione
del monumento ai sanitari

Questo pomeriggio è stato inaugurato il monumento voluto dall’Amministrazione comunale e dedicato alle operatrici e agli operatori della sanità presso l’ospedale di Crema e sul territorio, alla loro tenacia e generosità nella cura delle persone assistite durante la pandemia Covid 19. La cerimonia si è svolta nel piazzale antistante l’Ospedale Maggiore di Crema ed ha visto la presenza delle principali autorità del territorio.

Stefania Bonaldi, sindaca di Crema, è intervenuta ricordando gli sforzi degli organi sanitari nel periodo di pandemia: ”La dedizione, la tenacia, il coraggio, l’umanità, lo spirito di sacrificio testimoniati nei terribili mesi della pandemia dalle operatrici e dagli operatori della sanità devono essere ricordati, devono entrare di diritto nella storia della nostra comunità” e ci ha tenuto a ricordare, nel suo emozionante discorso, anche quelle persone che purtroppo non ce l’hanno fatta: “3.970 operatori ed operatrici della sanità, secondo i dati dell’OMS, sono mancati per Covid nel nostro Paese fra il febbraio 2020 ed il maggio 2021. No, non è stato semplicemente avere fatto il proprio dovere, sono stati gesti di amore, di generosità, di abnegazione, di umanità”. Sono intervenuti dopo la sindaca anche il Prefetto di Cremona Corrado Conforti Gallo ed il DG dell’ASST di Crema Ida Maria Ada Ramponi.

Successivamente è stato svelato il monumento con conseguente benedizione del Vescovo Monsignor Daniele Gianotti (Diocesi di Cremona) e con l’intervento del progettista del monumento Mario Scaramuzza. L’evento si è concluso con il saluto della sindaca Stefania Bonaldi.

Simone Guarnaccia

© Riproduzione riservata
Commenti