Un commento

FdI boccia piazza Garibaldi:
'Desolante. Mancato
confronto e umiltà intellettuale'

“Un biglietto da visita stampato male, uno slargo, uno spiazzo desolante”. In una parola: “Sbagliata”. Fratelli d’Italia boccia la riqualificazione di piazza Garibaldi – da poco conclusa – e a lavori fatti elenca le criticità grazie anche alla visione tecnica dell’ingegnere Alberto Bonetti che parte dalla pavimentazione, a suo parere troppo scura, che distoglie eccessivamente l’attenzione dal sagrato della chiesa. I sanpietrini sono stati sigillati con la resina, invece che con la sabbia e questo comporta meno stabilità e difficoltà per carrozzine e signore con i tacchi”.

Pur ammettendo che “la piazza è certamente migliorata rispetto a prima, non si capisce perché non sia stato preso in seria considerazione il progetto degli architetti Scaramuzza e Zucchetti che rendeva la statua del Garibaldi il fulcro della piazza. In questo modo si sarebbe potuta chiudere la viabilità a sinistra del monumento, lasciando una fila di parcheggi davanti alla banca e pedonalizzare in modo più ‘ordinato'”. Perplessità anche sulla quantità e il posizionamento degli alberi: pochi e dove c’è già l’ombra dei palazzi. La sosta per carico e scarico davanti alla panetteria ‘Serafino’ “pare posticcio, quasi si fossero dimenticati di aggiungerlo al progetto. Mancanti, invece, gli stalli per moto e biciclette”. Ancora una puntualizzazione ha riguardato il pecorso ciclopedonale, che “porta gli utenti della strada a ‘tagliare’ la viabilità davanti alla statua’” e l’arredo urbano, considerato “poco idoneo”.

“E’ mancata l’umiltà intellettuale – ha attaccato il presidente Fdi Giovanni De Grazia – e soprattutto il confronto con altre forze politiche, cittadini e associazioni di categoria, su un progetto che riguarda il futuro della città. Ma questo è il modus operandi della giunta Bonaldi, come per piazza Giovanni XXIII”.

Alla conferenza stampa – in sede FdI – erano presenti anche i capigruppo consiliari Antonio Agazzi (Forza Italia) e Andrea Agazzi (Lega). “E’ stata persa una buona occasione”, ha concluso De Grazia.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti

Direttore
Mario Silla
direttore@cremonaoggi.it

Redazione
via Bastida 16 – 26100 Cremona
redazione@cremaoggi.it

Telefono Centralino
0372 8056

Telefono redazione
0372 805674/805675/805666
Fax 0372 080169

Pubblicità
Tel 0372 8056
pubbli@cremonaoggi.it

Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

Created by Dueper Design