Commenta

Disastro ferroviario, gravi la
figlia del sindaco di Ricengo
e un 60enne di Castelleone

C’era anche Daniela Sassi, figlia del sindaco di Ricengo Ernestino Sassi sul regionale 10452 che questa mattina è deragliato all’altezza di Pioltello. E ora si trova in gravi condizioni al Policlinico di Milano.

I medici sono dovuti intervenire chirurgicamente, perché la donna, secondo quanto raccontato dal padre, è rimasta incastrata sul vagone per più di un’ora. Quando i soccorritori sono riusciti a liberarla l’hanno trasportata d’urgenza in ospedale.

Daniela era salita sul treno alla stazione di Crema e alla fermata di Capralba accanto a lei si è seduta Giuseppini Pirri, la 39enne rimasta uccisa nel disastro ferroviario.

E’ rimasto gravemente ferito anche un 60enne di Castelleone. L’uomo è stato trasportato in elisoccorso al San Gerardo di Monza dopo aver riportato un trauma toracico e a un arto. Dall’ospedale i medici fanno sapere che la prognosi resterà riservata, nonostante il paziente sia vigile. Potrebbe rendersi necessario un intervento chirurgico.

 

AmBel

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti