Commenta

Sicurezza, Beretta propone
Commissione. Bonaldi:
'Incontri con forze dell'ordine'

Simone Beretta e il sindaco Bonaldi

Continua ad essere al centro dell’attenzione politica la questione sicurezza, questa volta portata all’attenzione del sindaco dal consigliere di Forza Italia Simone Beretta. 

In una lettera indirizzata al primo cittadino, l’esponente Azzurro sottolinea come “Per le strade, sulle piazze e nei nostri parchi non ci si muove più liberamente e serenamente come un tempo. Sono i più deboli, giovani, donne ed anziani, a pagarne le maggiori conseguenze”. Conviene dunque, come suggerisce Beretta, unire le forze, “mettendo ognuno nella condizione di essere propositivo ferma la responsabilità ultima di scegliere e gestire le soluzioni a chi di competenza.
Soluzioni che se condivise dispiegherebbero probabili effetti positivi sia sul piano socio culturale che psicologico”.

Un invito alla maggioranza ad aprirsi a un lavoro corale, mettendosi intorno a un tavolo con chi, anche nell’opposizione, abbia voglia di dare il proprio contributo per un’analisi generale al fine di “cercare le migliori strade possibili a vantaggio di una comunità che deve diventare essa stessa parte integrante nel favorire un processo per far rivivere a Crema i suoi tempi migliori. Credo – conclude Beretta – che i cittadini si aspettano, nel rispetto delle diverse sensibilità, l’impegno a ricercare soluzioni comuni a problemi difficili e proprio perché tali di non semplice soluzione. Sensibilità non così lontane tra noi come a volte appaiono e che comunque arricchiscono la conoscenza, l’analisi e la soluzione”.

Il consigliere propone quindi una commissione di lavoro non retribuita delle forze consiliari, con la cabina di regia nelle mani del sindaco stesso.

E la risposta di Stefania Bonaldi non si è fatta attendere: se la certezza è che non vi può essere contrarietà a prescindere e che in ogni caso la valutazione spetta alle forze dell’ordine, il rischio è “ingenerare confusioni rispetto a competenze e responsabilità”.

La proposta alternativa del sindaco è quella, invece di una commissione ad hoc, “qualche periodica audizione dei capigruppo consiliari con i vertici locali delle Forze dell’Ordine, testimoni dell’impegno costante e coordinato che viene quotidianamente profuso sul territorio”, oltre che ad un coinvolgimento più congruo gli amministratori cremaschi tramite periodiche riunioni dei comitati per l’ordine e la sicurezza.

ab

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti