Cronaca
Commenta

Riordino scolastico, lunedì il Consiglio provinciale. Forza Italia: 'Crema giochi meglio la partita'

Da sinistra i consiglieri comunali Agazzi, Beretta, Zanibelli

A meno di 48 ore dal Consiglio provinciale i consiglieri comunali di Forza Italia tornano a porre l’attenzione sul riordino scolastico.

Ben nota ormai la precarietà dell’indipendenza del liceo artistico Munari di Crema, che se prima godeva dell’autonomia grazie alla sede distaccata nel capoluogo di provincia, ora vede di una sola unità superare la soglia del numero minimo di studenti che garantiscono la dirigenza. Sede distaccata che, l’anno scorso, è stata ‘ceduta’ in Consiglio provinciale all’Iis Stradivari, concedendo a quest’ultimo il titolo di ‘liceo’ proprio grazie all’accorpamento.

Un’operazione che ha penalizzato Crema secondo i consiglieri Azzurri: “Giustamente Cremona ha messo in sicurezza lo Stradivari, ma avrebbe dovuto trovare una compensazione per la città capo comprensorio del Cremasco”, ha sottolineato Antonio Agazzi.

La dosa è stata rincarata da Laura Zanibelli, che ha più volte ha ricordato come il Pd “governa tutta l’area: a Crema, a Cremona e in Provincia. Com’è possibile che non si sia trovato un accordo all’interno dello stesso partito? Addirittura nella Giunta Bonaldi è presente il segretario provinciale del Partito Democratico”.

Da tempo i consiglieri di centrodestra portano avanti il tema, anche attraverso i referenti provinciali in Consiglio, ma “la partita dell’anno scorso è stata gestita male. Ora si cerca di far approvare una proposta che è arrivata da noi (accorpamento ex magistrali con Munari, ndr) e che comunque non risolve l’annoso problema dell’istituto Stanga”.

Secondo Zanibelli si sarebbe perso un anno intero “a scapito dei giovani, del sistema scolastico e dell’offerta formativa in un’area dove il bacino studentesco è molto ampio”.

I consiglieri hanno assicurato che, da oggi a lunedì, “fino all’ultimo minuto utile, cercheremo di lavorare in questo senso, attraverso tutti i canali a nostra disposizione. ciò che auspichiamo è che la Giunta Bonaldi, forte dell’alleanza di partito con Cremona e Provincia, sappia gestire al meglio questa partita, stavolta così da costruire un’offerta formativa stabile e lungimirante”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti