Commenta

Housing sociale,
continua il botta e
risposta tra M5s e Bonaldi

Prosegue il botta e risposta tra Movimento 5 Stelle e il primo cittadino Stefania Bonaldi riguardo le problematiche dell’housing sociale dei Sabbioni.

Sui canoni di affitto superiori al mercato libero e spese per consumi energetici abnormi, i pentastellati chiamano in causa Regione Lombardia, “avendo essa apportato denaro pubblico nel Fondo Immobiliare Lombardia, gestito da Investire SGR, che è stato di fatto lo strumento finanziario attraverso il quale si è realizzato il complesso edilizio dei Sabbioni”.

I grillini rimarcano però anche le responsabilità dell’Amministrazione che nella veste di partner qualificato del progetto “avrebbe dovuto vigilare sulla corretta ed efficace realizzazione degli interventi”. L’housing inoltre, secondo quanto riferito dal M5s, presenterebbe problemi da 5 anni e non da 2: “La Bonaldi, trincerandosi dietro affermazioni di ‘intervento pionieristico’, tenta goffamente di giustificare le pesanti ed inspiegabili difficoltà in cui si dibattono i residenti e l’inconcludenza delle azioni sin qui intraprese, rese palesi ed evidenti dalle vivaci e ripetute proteste degli esasperati residenti, che il M5S ha ritenuto opportuno ascoltare”.

Il M5S auspica che l’incontro del 28 settembre metta finalmente la parola fine agli annosi problemi dell’housing sociale dei Sabbioni e che il tavolo non diventi la solita passerella di buone intenzioni.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti