Commenta

Via libera al matrimonio
tra le Camere di Commercio
di Cremona e Mantova

Via libera alla nuova Camera di Commercio Cremona-Mantova, la delibera è stata votata  da gran parte  del Consiglio Camerale con due sole astensioni (Associazione Industriali e Ance). In extremis è arrivata una lettera d’intenti della Camera di Commercio di Pavia per una eventuale aggregazione a tre, pur tenendola in considerazione, il Consiglio ha scelto di procedere al matrimonio con Mantova ritenendo di aver avuto tutte le garanzie, di peso e occupazionali, per il via libera all’operazione.   Dunque ci siamo. Saltato per ora l’accorpamento delle province, si prosegue nella vicinanza tra i virgiliani e i cremonesi, già assieme nell’Azienda sociosanitaria territoriale e adesso insieme nella nuova Camera di Commercio e nella promozione delle attività economiche. I territori hanno tempo fino al 31 gennaio, così ha stabilito UnionCamere, per dare una indicazione in merito alle alleanze camerali perchè entro il 31 agosto la riforma delle Camere di commercio deve essere conclusa. La nuova alleanza con Mantova prevede che la presidenza resti a Cremona  (Giandomenico Auricchio) la sede ufficiale a Mantova, uffici decentrati a Cremona ed il nome che, in rigoroso ordine alfabetico prevede: Camera di Commercio di Cremona e Mantova. “Più di così” sostengono soddisfatti i rappresentanti economici che hanno perorato la cusa dell’alleanza, “era impossibile ottenere. Siamo soddisfatti”

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti