Cronaca
Commenta

Presentata la Fiera di San Pantaleone
agli Stalloni, dall’8 all’11 giugno
con la novità dell’Area Bimbi

È stata presentata presso la Sala ricevimenti del Palazzo Comunale, la diciassettesima edizione della Fiera di San Pantalone, che si svolgerà dall’8 al’11 giugno, nella consueta cornice dell’area Ersaf di via Verdi, con oltre 80 espositori che promuoveranno l’agricoltura, l’artigianato ed il commercio del territorio.

BONALDI: “VETRINA IMPORTANTE”

Nel suo saluto, il sindaco Stefania Bonaldi, ha dichiarato che la Fiera “è una vetrina importante per il commercio e l’agricoltura” e ha particolarmente apprezzato, non solo come sindaco, ma anche come mamma, la novità di quest’anno, con uno spazio dedicato ai più piccoli, un’Area Bimbi resa possibile dal sostegno del Sistema Commercio e Impresa – Asvicom Cremona, in collaborazione con Lega Panificatori, Comitato Carnevale Cremasco, Franco Agostino Teatro Festival.
“Ci sono tante società sportive in questa iniziativa, che affianca tante cose buone del territorio – ha commentato il sindaco – è solo il punto di partenza, per sviluppare un marketing territoriale”.
I saluti dell’amministrazione provinciale sono stati portati dall’assessore Matteo Soccini: “Ormai è una tradizione, che va oltre i confini di Crema, è un nostro dovere essere al loro fianco, un’occasione per ripartire dopo questo momento di crisi”.

MANCHERÀ LA ZOOTECNIA

Il presidente del Comitato San Pantalone Crema Fiere, Ettore Moretti ha descritto il fitto calendario di appuntamenti, sottolineando la novità rappresentata dai giorni nei quali si svolge la kermesse: “Si parte il venerdì e si chiude il lunedì” ha detto Moretti, che poi ha espresso il suo rammarico per l’assenza della zootecnia, tema ripreso anche in altri interventi, che hanno sottolineato come per motivi economici, non è stato possibile avere negli stand, anche le vacche da latte dell’Associazione Provinciale Allevatori.
Nel corso della conferenza è stato comunicato il nome del vincitore del IV Premio all’Economia Cremasca, andato a Marco Pistone.
Di Fiera a tutto tondo, ha parlato Fabiano Gerevini, evidenziando le varie attività nelle quali saranno coinvolti i bambini, “dal battesimo della sella, al SailingMaker”, il simulatore dinamico per chi vuole andare a vela, anche dove l’acqua non c’è.
Tra gli spettacoli previsti, sabato 9 giugno ci sarà Omar Fantini direttamente da Zelig.

L’IMPEGNO DELL’ASVICOM

Dell’impegno di Asvicom in questa edizione della Fiera ha parlato invece, il presidente Berlino Tazza che ha descritto anche le collaborazioni con Franco Agostino Teatro Festival, Comitato Carnevale Cremasco, Lega Panificatori, Liceo Artistico “B. Munari” e Istituto Agrario “Stanga”, che contribuiranno ad organizzare l’intrattenimento per i bambini e le famiglie, nei circa mille metri quadri di Area bimbi, con lo scopo di raccogliere fondi da destinare alla Caritas di Crema.
A tal proposito, Gerevini ha rimarcato che non sarà richiesto alcun pagamento da parte dei genitori per la fruizione dei giochi dell’Area bimbi, ma sarà accettata un’offerta libera, da destinare alla Caritas.

APPELLO ALLE ISTITUZIONI

Mario Brunetti, ha fatto appello al sindaco, ricordando che, nonostante la crisi, l’evento è organizzato con fondi propri dell’organizzazione, rischiando in prima persona: “È vero c’è la crisi, ma il comune non può abbandonarci, questa non è solo una fiera agricola, l’entusiasmo c’è sempre – ha concluso Moretti – ma dateci una mano”.
Non sono state risparmiate le altre Istituzioni, infatti Brunetti ha detto che “negli ultimi due anni, non abbiamo visto neanche un euro dalla regione e anche la provincia è tirchia, ma noi andiamo avanti lo stesso, anzi miglioriamo”.

IL FUTURO DEGLI STALLONI

Brunetti, agganciandosi alle recenti problematiche che investono il futuro degli Stalloni, ha interrogato il sindaco su eventuali collocazioni diverse della manifestazione per il futuro.
Da parte sua la Bonaldi ha risposto che l’interesse dell’amministrazione comunale è quello di promuovere e sostenere iniziative come questa, “impegnandosi per la logistica”.
Quanto agli Stalloni, ha ribadito la necessità di un nuovo rapporto con la regione: “Non un semplice comodato d’uso del bene, ma occorre riprendere in mano la questione”.

Ilario Grazioso

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti