Ultim'ora
2 Commenti

Crema e il suo bilancio
Bruttomesso il giorno dopo:
“La maggioranza mi ha deluso
Ora decidano loro”

Ieri sera ennesima riunione di una maggioranza, che fatica a trovare una posizione comune sulla proposta di bilancio da presentare nei prossimi giorni e, nonostante ormai le posizioni sono note e l’urgenza di arrivare ad una sintesi altrettanto, la situazione resta bloccata.
“Sono molto deluso – afferma il sindaco Bruno Bruttomesso – perché ieri sera non si è deciso nulla. Anzi – aggiunge il sindaco – sono completamente deluso dalla mia maggioranza, perché c’erano solo pochi esponenti alla riunione e questo mi ha anche offeso, non tanto come persona, quanto come amministratore. A questo punto – conclude il sindaco – saranno le segreterie dei partiti politici che sostengono la maggioranza a doversi impegnare per trovare, entro lunedì, un accordo”.
Ci sarà un’altra riunione di maggioranza?
“Io non convoco più niente – replica il sindaco – anche perché vista la partecipazione minimale chè c’è stata ieri, non ha senso. Non ho più la mia maggioranza – si chiede il sindaco, che poi riferendosi ai partiti che lo hanno sostenuto fino ad ora, conclude – ora facciano loro, anche perché altrimenti non ci stiamo più con i tempi”.

DOLDI: “QUALCUNO PRENDA IN MANO LA SITUAZIONE”

Luigi Doldi di Obiettivo Crema, conferma le poche presenze alla riunione di ieri e la delusione del sindaco, ma sposta la discussione sui temi che per ora non stanno consentendo di arrivare ad una sintesi tra le varie posizioni:
“La tesi prevalente – dice Doldi – è quella di evitare l’aumento delle tasse, tuttavia per pareggiare i conti, qualche aumento lo si deve pur fare. Il problema è – afferma il capogruppo di Obiettivo Crema – quanto si taglia e quanto si aumenta. Ma, se si continua ad andare avanti così, con le note differenze su aumenti di Imu e Irpef, non se ne esce. Occorre che qualcuno prenda in mano la situazione. Se si continua a tergiversare, sarà un bel problema anche per gli uffici, che si troveranno a non poter più spendere”.
La posizione di Obiettivo Crema qual è?
“La nostra posizione è nota ed è coerente con tutto quello che stiamo dicendo da tempo – dice Doldi – vista la situazione nella quale ci troviamo, se ci sono delle opere che si possono rimandare, allora che si rimandino. Certo, non mi riferisco ad esempio all’intervento alla mensa di Ombriano, quello è indispensabile e si deve fare. Ma – sostiene Doldi – non ci si può più presentare in ordine sparso, così non si va da nessuna parte. Serve una linea comune e magari il vicesindaco Piazzi, potrebbe rivestire il ruolo di intermediario tra le varie posizioni”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti