Politica
Commenta

In Comune presentati i candidati
consiglieri regionali di Forza Italia

Lavoro, formazione, sanità, agricoltura e infrastrutture. Questi i temi principali affrontati dai candidati consiglieri regionali di Forza Italia, presentati questa sera all’interno degli spazi del Comune di Crema.

I candidati sono Davide Brena, Sindaco di Bordolano, Gabriele Gallina, Sindaco di Soncino, Susanna Guerini Rocco, Assessore di Vailate, e Valeria Patelli, Sindaco di Calvatone. Alla presentazione non è mancato anche l’On. Massimiliano Salini, Eurodeputato di Forza Italia.

“Il voto per noi sarà sicuramente utile – spiega Gallina – Forza Italia ha perso un po’ di attrattività, per questo su Cremona vogliamo fare una lista legata al territorio puntando sulle persone. Abbiamo schierato 3 sindaci ed un assessore. Il nostro obiettivo è quello di avere un rappresentante in Regione Lombardia, abbiamo idee chiare ed un programma definito. Le infrastrutture sono una problematica fondamentale per il Cremasco. Il tema del collegamento ferroviario tra Milano e Crema è fondamentale, con la possibilità di avere almeno un treno ogni ora, senza sottovalutare il collegamento stradale. Servono risposte concrete al nostro territorio”.

Susanna Guerini Rocco si è focalizzata invece sulla sanità: “Dobbiamo rendere attrattive le specializzazioni attraverso brodo di studio e portare una netta riduzione dei tempi d’attesa. Il Pronto soccorso va reso più efficace e dobbiamo fornire incentivi per i medici. Non possiamo prescindere dal potenziamento delle strutture”.

“Abbiamo riscontrato enormi criticità sull’agricoltura con la siccità – sottolinea Brena – problemi di stress idrico nella zona della Paullese: vanno studiate irrigazioni migliori. Su Milano-Crema-Cremona anche la tratta ferroviaria va migliorata, tramite l’implementazione degli interscambi per ridurre i tempi di percorrenza. Non va sottovalutato neanche l’aspetto del lavoro, bisogna industrializzare la zona di Cremona”.

Dell’ambito sociosanitario ha parlato Valeria Patelli: “Uno dei punti che mi sta più a cuore è il tema sanitario legato al sociale. Serve arrivare al welfare familiare, attraverso gli aiuti dati dalla Regione Lombardia. Serve incentivare questi fondi, aiutando le famiglie ad essere certi che dopo l’attività scolastica si possano aiutare i nostri ragazzi e bambini. Dobbiamo aiutare anche i Comuni dando finanziamenti e sostegni economici per servizi sempre più attenti al sociale. Questo tema interessa tutti i territori”.

Simone Guarnaccia

© Riproduzione riservata
Commenti