Politica
Commenta

Nasce l’Associazione
Crema Aperta Più

E’ stata presentata ufficialmente nel Comune di Crema la nuova Associazione Crema Aperta Più, nata dalla lista Civica Crema Aperta Ecologista e Progressista con l’obiettivo di stimolare la partecipazione dei cittadini su temi sensibili legati principalmente all’ambiente ed al sociale

Partecipare attivamente alla vita politica della città, promuovendo la Giustizia Ambientale, intesa come unione tra ambientalismo e giustizia sociale, attraverso la cooperazione nel territorio con la rete delle associazioni, i gruppi ed i cittadini per conseguire risultati concreti in un dialogo fattivo con le istituzioni. Questo è l’obiettivo di Crema Aperta “Più”, Associazione nata dalla lista Civica Crema Aperta Ecologista e Progressista da cui vengono tutti i soci fondatori.

L’Associazione stimolerà la partecipazione attraverso attività, ricerche, incontri e proposte su aree tematiche come l’efficientamento energetico, la mobilità sostenibile, la riqualificazione degli spazi urbani e del verde, la salute, il contrasto alla povertà tout-court nonché quella energetica ed educativa. Crema Aperta “Più” è una nuova associazione con la volontà di proporre un luogo di dialogo e uno spazio aperto a tutte le persone e a tutti quei soggetti che possono e vogliono contribuire a far crescere il carattere ecologista e progressista della nostra città. Crema Aperta “Più” sarà la casa comune di chi ama Crema e con senso di appartenenza vuole partecipare e confrontarsi liberamente sui temi, proporre idee e trovare soluzioni.

Il nuovo simbolo raffigura l’evoluzione della lista civica presentata alle ultime elezioni comunali. La “nuvoletta” che, nel linguaggio dei fumetti racchiude le parole o i pensieri dei personaggi, rappresenta simbolicamente un dibattito costruttivo sulle grandi tematiche del
nostro territorio. L’aggiunta dell’avverbio “Più”, come recita il claim sottostante, si riferisce alla dialettica: aspetto importante per una politica concreta del fare che abbia come obiettivo il benessere della comunità. I codici cromatici rimangono gli stessi: il verde che simboleggia la natura e la vita che si rinnova, il fucsia la cooperazione che porta al cambiamento.

“Abbiamo la storia alle spalle della Lista Civica Crema Aperta che ci ha dato il via come portavoce di tematiche alle quali teniamo – spiega Cinzia Perucca, Presidente dell’Associazione Crema Aperta Più – Abbiamo deciso di diventare associazione, aggiungendo il termine “più”, questo per andare oltre a quello che abbiamo vissuto, non tanto per le tematiche, ma per andare oltre come attività. Abbiamo mantenuto il concetto di Crema Aperta, le tematiche di sfondo restano quelle dell’ambientalismo e della giustizia. I problemi ricadono sempre sulle fasce più fragili: 4,7 milioni di italiani non riescono ad accendere i riscaldamenti quest’anno. Le tematiche saranno relative sia al recupero ambientale, sia all’area energetica ed alla salute. Sono aree che ci vedranno come protagonisti”.

“Promuoveremo azioni di una città che va verso il rispetto ambientale – sottolinea Teresa Caso, consigliera comunale di Crema – che si uniscono alla giustizia sociale. Ci sono persone che vivono sulla propria pelle l’emergenza energetica, ci sono ripercussioni importanti sulle fasce meno abbienti. Promuoveremo un civismo, infonderemo consapevolezza nei cittadini su queste tematiche”.

“La scelta di Cinzia sta nel “più” – dice Franco Bordo, Consigliere Comunale di Crema – Al direttivo attuale (provvisorio), penso che verranno integrati ulteriori elementi. E’ importante proseguire nelle attività non solo amministrative, ma tenere insieme quella parte che ha costruito la vittoria di Bergamaschi contribuendo in maniera attiva al programma”.

“Rappresentiamo un’evoluzione di Crema Aperta – conclude Giorgio Galli, Segretario dell’Associazione Crema Aperta Più – questo vuole essere il punto di partenza. Una serie di componenti della lista hanno iniziato a costituire l’associazione come soci fondatori e una volta che verrà depositato l’atto costitutivo partiremo con il tesseramento di chi si troverà in accordo con i nostri progetti”.

Simone Guarnaccia

© Riproduzione riservata
Commenti