Sport
Commenta

Pergo, regalati un compleanno
speciale: a Vercelli si può fare!

Sul campo dove si arenò, per un rigore sbagliato, il sogno playoff lo scorso anno, la Pergolettese cerca il primo squillo esterno. Difficile ma non impossibile, contro una Pro Vercelli forte e blasonata ma ultimamente un po’ in crisi di identità e risultato. I gialloblu di Villa, invece, reduci dal bel successo sul Trento, hanno preso punti che servono a respirare e sanno che, per fare il passo in più, proprio questi incroci di metà classifica, ora che il campionato è ancora ibrido e magmatico, possono fare la differenza.

artiamo da un dato: nonostante le ambizioni teoricamente differenti, la Pergolettese oggi ha un punto in più dei piemontesi, anche se i numeri delle due squadre sono molto simili con una media di gol fatti e subiti quasi identica e che si avvicina all’1.4 a partita. Allenata dall’ex difensore di Parma e Ascoli Massimo Paci, che ha giocato anche in serie A, la squadra piemontese arriva da tre ko nelle ultime quattro sfide, che hanno un po’ oscurato l’importante successo esterno di Vicenza. Si tratta di una squadra che, ultimamente, sembra giocare un po’ più spregiudicata, segnando con discreta frequenza (eccezion fatta per il ko incassato in casa Juventus Next Gen, prima volta senza gol da inizio torneo), ma anche concedendo molto di più rispetto alle prime gare. Soprattutto in casa la Pro Vercelli ha perso da Pro Sesto e Albinoleffe le ultime due sfide disputate, non certo due corazzate, con rispetto parlando.

Il bomber è Gianmario Comi, già 5 centri, coadiuvato da Matteo Della Morte, a segno 4 volte. Una formazione, insomma, che dipende molto dal suo tandem offensivo, non avendo una distribuzione dei gol come quella della Pergolettese, che preferisce armare una vera e propria cooperativa di giocatori che all’occorrenza sanno vestire i panni del bomber. In rosa occhio anche a Mattia Mustacchio, ala esperta, oltre ad Arrighini, sempre in zona offensiva, mentre dietro i nomi più quotati sono Cristini e Perrotta, con Ilario Iotti a tirare le fila in mediana. Calcio d’inizio oggi, sabato 19 novembre, alle 14.30 per la 14esima giornata di campionato.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti