Politica
Commenta

Bergamaschi e Furegato:
giovani e sinergie con Lodi

Ad una settimana dal voto per il ballottaggio di domenica prossima, ieri pomeriggio il venticinquenne Andrea Furegato, capace una settimana fa di riportare il Pd ed il centrosinistra ad amministrare Lodi, dopo 5 anni di guida di centrodestra è stato in città a sostegno del candidato sindaco Fabio Bergamaschi. Un sindaco giovanissimo Furegato, ma già con una consiliatura alle spalle, ed una solida formazione universitaria, che pur consapevole del clima positivo che si respirava nella sua città rispetto alla sua coalizione, non si aspettava un consenso importante e netto già al primo turno, di buon auspicio per il centrosinistra cremasco.

Furegato si è detto contento di essere a Crema per sostenere un amico come Bergamaschi, e non solo un compagno di partito: “Ho potuto apprezzare qui la buona amministrazione cremasca” ha detto Furegato, per il quale occorre investire nell’implementare la collaborazione tra le due città, non solo per le opportunità che può offrire la pista ciclabile Crema-Lodi, ma anche sotto l’aspetto del marketing territoriale e del turismo. “Tra Crema e Lodi c’è un importante distretto della cosmesi, costituitosi in modo naturale nei nostri territori, ma separato da un confine istituzionale – ha aggiunto il giovane primo cittadino lodigiano – deve diventare un punto di forza su cui come amministrazioni comunali, guardare da protagonisti e non da spettatori, insieme, per favorire occupazione, crescita e lavoro nelle nostre città”.

Da parte sua, Fabio Bergamaschi prima di concedersi ad un aperitivo in piazza Duomo con i suoi sostenitori ha accompagnato il sindaco di Lodi per le vie del centro, nella rinnovata piazza Garibaldi ed al Sant’Agostino, al Festival letterario Inchiostro, che ha dato lo spunto per parlare di cicloturismo, commentando la recente pubblicazione del libro Il cinema in bicicletta di Gabriel Garcia Pavesi. Per Bergamaschi, Lodi e Crema hanno in comune territori omogenei per paesaggio, nei quali non devono prevalere i confini istituzionali, ma le sinergie e la collaborazione, base per realizzare iniziative comuni.

Bergamaschi rivolgendosi al neo sindaco di Lodi ha parlato della creazione di un’alleanza valoriale, visto la comune appartenenza ad un centrosinistra allargato, territoriale ed anche generazionale, considerata la giovane età di entrambi, che consentirebbe di aprire un nuovo ciclo amministrativo e di continuità per il centrosinistra. “Ci stiamo preparando al ballottaggio con lo stesso spirito positivo e propositivo, che abbiamo adottato in questi mesi, parlando di temi e consolidando le relazioni esistenti – dice Bergamaschi – stasera sono contento di avere qui Andrea Furegato, e con lui vogliamo aprire un nuovo progetto su scala territoriale, una prospettiva di una rinnovata classe dirigente anche a Crema, con i giovani nelle stanze dei bottoni, nel rispetto e nella valorizzazione dell’esperienza passata, per una nuova generazione di amministratori”.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti