Politica
Commenta

Skate Park, Lega: "Spot
elettorale di Bergamaschi"

“Apprendo con grande dispiacere della volontà solo attuale dell’assessore Bergamaschi e dell’amministrazione comunale nella realizzazione dello Skate Park.  La struttura è stata una mia proposta all’inizio della formazione della Consulta Giovani di Crema nel Gennaio 2018 condivisa con i ragazzi della commissione sport e salute Stefania Maglio, Irene Matelloni, Andrea Tessadori, Giulia Vailati e Davide Viviani insieme all’ex presidente Giorgio Cardile”. E’ questo l’attacco portato da Andrea Bergamaschini, Coordinatore Provinciale Lega Giovani Crema.

L’interlocuzione tra la commissione e l’amministrazione comunale con l’assessore Bergamaschi insieme al Vicesindaco Michele Gennuso e il consigliere con delega allo sport Walter delle Frera è iniziata “fin da subito con incontri formali di commissione”, ricorda Bergamaschini.

La Consulta in seduta plenaria ha approvato la proposta del progetto in data 23 marzo 2018.

“Sono stati effettuati incontri costanti tra noi ragazzi della commissione e l’assessore, fino ad arrivare alla stesura di un progetto e con la volontà di una ricerca condivisa dell’aree disponibili nel territorio più funzionali possibili per la struttura”.

Passano i mesi, ma secondo il coordinatore della Lega “non ci sono risposte certe da parte dell’amministrazione, riportando continuamente il progetto in seduta plenaria (anche questi visibili su tutti i verbali dell’assemblea plenaria pubblicati nel sito dell’amministrazione) per un ampia condivisione, cercando anche soluzioni momentanee per chi pratica lo sport”.

Da quel momento “c’è stato un silenzio assoluto da parte dell’assessore che non ha più mostrato la sua volontà nella realizzazione del progetto”, rimarca Bergamaschini che aggiunge: “Attualmente, che si è esposto alla candidatura come sindaco di Crema nelle prossime amministrative del 2022, riapre l’interlocuzione e la volontà di riprendere in mano il progetto, inserendolo nelle spese di investimento 2022”.

“E’ un chiaro “spottone” elettorale da parte di Bergamaschi – commenta -, caratterizzando il suo modo di fare politica senza rispondere alle esigenze dei cittadini tempestivamente, ma solamente per meri interessi personali politici.  Questa situazione fallimentare del suo operato e il tentativo di recupero di una sua mancata disponibilità fin da subito nelle realizzazione del progetto e ripresa solo ora per meri interessi elettorali evidenziando inoltre una chiara mancanza di responsabilità e lacuna nei confronti dei cittadini cremaschi.”

© Riproduzione riservata
Commenti