Cronaca
Commenta

FBC amplia gli orari di visita
Porte aperte 7 giorni su 7

Foto d'archivio

Fondazione Benefattori Cremaschi ha recepito le ultime aperture in materia sanitaria, comprese le piccole novità contenute nella Circolare 14049 emanata dal Ministero della Salute, tradotta in modifiche dei protocolli.

La Direzione Sanitaria, in accordo con quella Generale e Gestionale della RSA Camillo Lucchi in particolare, ha esteso per il servizio di RSA la possibilità di effettuare visite in ogni giorno della settimana, festivi compresi. Quindi, porte aperte 7 giorni su 7 seguendo – in linea generale – l’impianto organizzativo già in essere e stabilito dalla precedente Ordinanza del Ministero.

Infatti, l’Ordinanza del Ministro Speranza dello scorso maggio prevedeva (e prevede ancora) l’ingresso e l’incontro non mediato solo grazie alla presentazione di un green pass in corso di validità, firma del patto di corresponsabilità, procedura di triage all’ingresso, programmazione delle visite così come spazi e luoghi dedicati.

Per quanto riguarda gli ospiti accolti nel nucleo di Via Kennedy saranno garantiti 5 turni di visita giornalieri (rispettivamente alle ore 9:00, 10:00, 11:00, 14:00 e 15:00) della durata massima di 45 minuti. Il personale dedicato alla supervisione sarà solo di natura socioassistenziale.

Con questa organizzazione si riusciranno a garantire 35 visite settimanali in relazione ai 20 ospiti present.

Per la struttura di Via Zurla, ben più complessa da gestire visto il numero di ospiti presenti, sono stati incrementati gli operatori a disposizione e già a partire da lunedi 16 agosto i giorni di visita si sono estesi anche al fine settimana. A partire dal 23 agosto gli orari di visita – sempre 7 giorni su sette, festivi compresi – saranno ampliati fino alle ore 16, orario dell’ultimo appuntamento; le postazioni passeranno da 3 a 4 a partire dal prossimo 30 agosto.

Tutti gli incontri potranno essere della durata massima di 45 minuti. Grazie a queste piccole novità, anche in Via Zurla, una volta a regime, saranno garantite 32 visite giornaliere per un totale di 224 ogni settimana. Per proteggere legami affettivi e relazioni, pur con qualche limitazione, proseguirà anche la possibilità di prendere contatto con i propri cari attraverso lo strumento delle video chiamate.

© Riproduzione riservata
Commenti