Cultura
Commenta

La cultura non va in vacanza:
musei aperti a Ferragosto

La cultura non va in vacanza, nemmeno a Ferragosto. E così i turisti potranno apprezzare i tesori, l’arte e le esposizioni. A Crema è aperto il museo Civico Cremasco, che ha recentemente riaperto al pubblico la sezione di Arte contemporanea chiusa alle viste da fine maggio per interventi di manutenzione e revisione dell’allestimento. Gli interventi, che hanno interessato gli spazi al piano terra dell’antica sala capitolare del convento agostiniano, sono stati attuati per prevenire e minimizzare l’impatto potenzialmente negativo dell’umidità di risalita sulle tele esposte direttamente sulle pareti.

A Cremona resteranno aperti il Museo del Violino, con le collezioni degli strumenti ad arco stradivariani, e la Pinacoteca civica Ala Ponzone, con la raccolta di dipinti e scuture, oltre alla sala contenente l’armadio del Platina e le stanze della musica, con la collezione di strumenti storici di Carlo Alberto Carutti.

E’ stata Regione Lombardia a stilare la mappa dei luoghi della cultura che a Ferragosto non chiudono le porte ai visitatori.

L’assessore regionale alla Cultura, Stefano Bruno Galli, invita lombardi e turisti a visitare i musei. “Il mio personale invito – ha detto ancora Galli – è rivolto ai turisti che hanno scelto la Lombardia per trascorrere le loro vacanze estive e, anche, ai cittadini lombardi che vogliono concedersi qualche ora per apprezzare le bellezze che custodiamo nei nostri presidi culturali che il mondo ci invidia”.

Non troppo distante da noi, a Mantova, chiunque potrà godere delle bellezze di Palazzo Tè, mentre a Bergamo accesso garantito alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Gamec, ai Musei civici di arte e storia e alla Pinacoteca dell’accademia Carrara. Ferragosto tra arte e cultura anche a Varese, dove domenica 15 saranno aperti alle visite Villa Panza e tutti i Musei civici.

Simone Bacchetta

© Riproduzione riservata
Commenti