Lettere
Commenta

Consiglio comunale: il record
negativo della maggioranza

da Emanuele Coti Zelati - Capogruppo de La Sinistra

La maggioranza, ieri sera, ha stabilito un nuovo record negativo in termini di rispetto delle istituzioni e di capacità di confronto democratico.

Dapprima la Sindaca ha sciorinato, in un interminabile comizio, un misto di j’accuse, di minacce di querela e di autoaffermazioni di para santità (anche i veggenti di Lourdes sono stati nominati!) il tutto per difendere una evidente incapacità amministrativa nelle scelte operate sulla piscina (la piscina riaprirà il 15 maggio? E’ questa la domanda della mia interrogazione a cui la Sindaca, infrangendo il regolamente, non risponde!).

Successivamente i consiglieri di maggioranza, con argomentazioni inconsistenti, negano di aprire il dibattito sulla piscina stessa: probabilmente l’ordine era quello di non aprire un confronto (legittimo, democratico e consigliare) in cui sarebbero usciti perdenti.

Non paghi restano muti di fronte alla discussione di una mozione, quasi per dispetto ma, di fatto, boicottando non tanto il proponente piuttosto il ruolo di rappresentanza democratica a cui ogni consigliere è chiamato.

Infine, scavano il fondo, con la Consigliera Stella che si permette, quasi fossimo al bar, di “dare la mossa” ad un mio intervento (assolutamente nei tempi e per di più interrotto dal capogruppo Bassi) battendo le mani: la Consigliera Stella ha avuto un comportamento, oltre che assolutamente maleducato, chiaramente irrispettoso del ruolo ricoperto dal sottoscritto e del luogo in cui si è svolta l’assise di ieri. Ovviamente nessun richiamo da parte dei “suoi”. Forse è questa la loro personalissima espressione di Crema città della gentilezza.

Nella giornata di ieri, sono costretto ad osservare con estremo rammarico, si è consumata la peggiore pagina di Consiglio Comunale che nella mia, ormai quasi decennale, esperienza.

© Riproduzione riservata
Commenti