Cronaca
Commenta

Vandalismo e sporcizia al Salice
Bianco. Monaci: "Ora basta"

Il presidente del Parco sta valutando, insieme al sindaco di Casale Cremasco, Grassi, una denuncia ai carabinieri. E' il sesto episodio di vandalismo in due anni.

Ancora un atto di vandalismo nel Parco del Serio, ancora una volta in località Salice Bianco, nel territorio di Casale Cremasco. “E’ la sesta volta in due anni. Non se ne può più”, ha sbottato Basilio Monaci, presidente dell’Ente Parco.

A distruggere la casetta del Salice Bianco, dove si trovano anche alcuni tavoli per il pic-nic, si sospetta sia sempre lo stesso gruppo di giovani, provenienti dai paesi limitrofi, alcuni di questi proprio da Casale.

“Gli atti vandalici nel Parco sono innumerevoli, ormai. Ma qui si verificano in modo più costante. Questi ragazzi – spiega Monaci – ogni volta scassinano la porta, rompono le finestre e distruggono tutto quanto trovano nella casetta. Una volta si sono portati via i sistemi d’allarme”. La casetta in legno, costruita una quindicina d’anni fa, è stata sempre riparata, nella speranza che episodi tanto spiacevoli non si ripetessero. Speranza, purtroppo, vana.

E non paghi della messa a soqquadro, i vandali si sono fermati a bivaccare – in barba alle norme anti-assembramento – consumando cibo e bevande e abbandonando una distesa di rifiuti. “Credo si riuniscano a tarda sera, quando le guardie del Parco finiscono il turno”.

La baraonda abbandonata dagli ignoti è stata sistemata in tempi celeri e per questo il sindaco di casale, Grassi, ha ringraziato l’Ente Parco. Più tempo, invece, richiederà la riparazione della casetta.

“Siamo sfiancati e dispiaciuti – ha aggiunto Monaci – Con il primo cittadino stiamo valutando nuove soluzioni per evitare che si ripetano questi episodi e, in aggiunta, una denuncia ai carabinieri”.

Ambra Bellandi

Le telecamere distrutte dai vandali

© Riproduzione riservata
Commenti