Sport
Commenta

Dopo l'impresa con la Juve U23,
la Pergolettese aspetta la Carrarese

Non c’è un attimo di pausa per la Pergolettese, che giovedì ha battuto la Juventus Under 23 a domicilio e domenica alle ore 15 ospita al “Voltini” la Carrarese. Il match d’andata, vinto 2-1 in Toscana, portò alla rinascita gialloblu, nonché alla prima vittoria con Luciano De Paola in panchina dopo il suo arrivo al posto di Matteo Contini.

La sfida ai toscani può valere un’altra bella fetta di salvezza e porterebbe peraltro, se vinta, al sorpasso proprio sulla stessa Carrarese, formazione che ha un potenziale offensivo di prim’ordine, in particolare con bomber Infantino (10 reti), ma che subisce anche parecchio. Dieci vittorie, dieci pareggi e undici sconfitte dicono di un cammino che più altalenante non si può per gli azzurro-gialli di Carrara, potenzialmente da playoff ma ancora in difficoltà nella rincorsa almeno al decimo posto in classifica, che in ogni caso resta alla portata, con 3 punti e una gara da recuperare.

Altro giocatore da tenere d’occhio, sempre nel reparto offensivo, è l’ex serie A, all’Atalanta, Guido Marilungo, autore di 5 reti. Tuttavia gli ultimi risultati parlano di una squadra in difficoltà, capace sì di vincere col Livorno ultimo in classifica alla 30esima giornata (4-2, dopo essere stata sotto per 1-2), ma all’interno di un periodaccio contrassegnato da due pareggi e tre sconfitte. Non a caso il tecnico Silvio Baldini per la terza volta si è dimesso, ma la società ha respinto la sua decisione, e poi ha fatto scattare, da martedì, il ritiro punitivo a Coccaglio (Brescia).

Insomma, un avversario alla portata ma – attenzione, lo abbiamo già detto – capace di tutto. Tenendo conto della Pergolettese certamente stanca dopo l’impresa in casa bianconera (solo Figoli, Andreoli e Candela potrebbero essere convocati per allungare la panchina; non ancora Girelli, che però intanto è tornato negativo), sarà un match da non sottovalutare.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti