Cronaca
Commenta

Covid, Ats cerca nuovi spazi da adibire a degenze di comunità per pazienti da monitorare

AAA, cercasi aree da adibire a degenze di comunità per infetti da Covid asintomatici o pausintomatici, per anziani, disabili, pazienti del settore dipendenze e di quello delle patologie mentali.

La manifestazione di interesse è stata pubblicata da Ats ValPadana sul proprio albo pretorio, allo scopo di individuare delle aree per pazienti “che necessitano di assistenza infermieristica continuativa e/o di interventi sanitari a bassa intensità clinica non gestibili a domicilio anche a causa del contesto di vita del paziente”.

In particolare le degenze di comunità di livello base sono rivolte a pazienti stabilizzati che richiedono assistenza e monitoraggio infermieristico continuo nelle 24 ore giornaliere oppure l’attivazione di un percorso di accompagnamento alla dimissione per pazienti provenienti da una degenza per acuti.

Si tratta fondamentalmente di pazienti che provengono da strutture socio sanitarie o da un domicilio dove però non possono rimanere per la quarantena, o ancora, pazienti dimessi dalle strutture di ricovero e cura, clinicamente stabili in attesa di negativizzazione.

I posti letto di degenza potranno essere realizzati all’interno di nuovi edifici esclusivamente dedicati o in padiglioni totalmente indipendenti all’interno di strutture sanitarie o socio sanitarie che assicurano la garanzia dell’isolamento, dotati di impianti per i gas medicali.

Oltre a queste, Ats ValPadana ha emesso un avviso per manifestazione di interesse per pazienti positivi che provengono dal settore delle cure intermedie: si tratta quindi di strutture per ospitare coloro che sono stati dichiarati positivi ma non necessitano, o non necessitano più, di un ricovero in un reparto per acuti, richiedendo comunque un controllo clinico e/o follow-up stretto anche mediante eventuali esami strumentali.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti