Ultim'ora
Commenta

M5s, nuova mozione di sfiducia
Gallera: Maggioranza spaccata
Chiediamo gesto responsabilità

Pronta la sfiducia per l’assessore Gallera. Dopo la bocciatura dell’urgenza della mozione di martedì 17 novembre, il Movimento 5 stelle ha annunciato la proposta di una nuova mozione di sfiduica. Il consigliere regionale pentastellato Marco Degli Angeli spiega: “Il primo dicembre votiamo per un cambio alla guida dell’assessorato al Welfare. Dalla maggioranza pretendiamo oggettività e senso di responsabilità”.

“E’ nostra intenzione – aggiunge Degli Angeli – presentare una mozione attraverso la quale il gruppo consiliare del M5S chiederà alla Giunta di impegnarsi in una seria riorganizzazione dell’assessorato al Welfare”. L’esponente dei 5 stelle prosegue: “Sappiamo che la maggioranza è spaccata.  Molti consiglieri di centrodestra sono stufi dell’incompetenza dimostrata dall’assessore Gallera: il caos che regna sui vaccini anti-influenzali è l’ultimo insopportabile esempio”.

Degli Angeli quindi attacca: “Sembra che per una certa parte del centrodestra l’emergenza Covid non sia un’urgenza, ma il primo dicembre non potranno esimersi dalle loro responsabilità. Questo è il motivo – chiosa il consigliere – per il quale chiediamo oggettività nel valutare una situazione che sta arrecando danni incalcolabili ai cittadini e all’intera Lombardia”. “Sia chiaro – sottolinea ancora il consigliere -, noi siamo dell’idea che le responsabilità dell’assessore Gallera siano le medesime del presidente Fontana e della sua Giunta, che ne hanno sempre condiviso e avallato le scelte”.

Il pentastellato quindi conclude: “Quello che ci auspichiamo dalla maggioranza, tuttavia, è un primo gesto di responsabilità. Ammettere gli errori commessi finora sarebbe un primo importantissimo passo, per ripartire su nuovi basi nella gestione dei mesi che verranno. Mesi fondamentali per la nostra regione e per il Paese, in cui bisognerà lavorare per scongiurare i rischi futuri, ma soprattutto mettere le basi per consentire la ripresa delle attività, che più di tutte hanno subito i danni economici di questa emergenza mondiale”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti