Commenta

F.I. su Bilancio: 'Tutte le idee
bocciate. Giunta ha arroganza
politico-amministrativa'

“Abbiamo dato molto in termini di proposte, però, mai colte. Questo è un segno di debolezza, di arroganza politica e amministrativa”. E’ durissimo il commento di Forza Italia a votazioni sul Bilancio ormai chiuse. “Crema non migliora, anzi, retrocede”.
Per i consiglieri Antonio Agazzi, Simone Beretta e Laura Zanibelli è “Doveroso tornare sul tema a discussione conclusa, specie per la mancata accoglienza della quasi totalità degli emendamenti proposti dalle Minoranze” (a parte l’adozione del Regolamento del Verde, ndr). Tra questi anche la proposta dei forzisti di “utilizzare le possibilità delle ultime finanziarie, recuperando terreno per il decoro città senza gravare sulle tasche dei cittadini”.
Un suggerimento respinto sia dalla Maggioranza che dalla Giunta, che però “hanno dato motivazioni differenti al diniego. Per il consigliere socialista Rossi – in quota Pd – risiederebbe infatti nelle difficoltà della macchina comunale a gestire ulteriori opere. Una dichiarazione – ha affermato il capogruppo di Forza Italia – il cui tiro ha cercato di correggere l’assessore al Bilancio Fontana, giustificando la scelta dell’Amministrazione nel voler perseguire equilibrio strutturale di bilancio”.
Una finalità “lodevole”, l’ha definita Agazzi, “ma Crema è sempre stata un Comune virtuoso e si sarebbe potuto sospendere questa condizione per un triennio, a favore di un decoro che oggettivamente manca. E correggere la propria Maggioranza significa porsi sulla ‘difensiva’, dando quindi, seppur tra le righe, ragione a Rossi”. Ma se gli uffici comunali sono in affanno la colpa sarebbe, per i consiglieri, “in toto del sindaco Bonaldi, che si è fatta vanto di aver alleggerito l’organico, salvo poi rendersi conto di averlo messo in estrema difficoltà”.
Oltre a ciò, Forza Italia ha ricordato i “pasticci” sul riaffidamento dei servizi una volta in carico a Scs e, ora, gestiti da terzi: la piscina, l’illuminazione “che ha reso più buia la città” e Gestopark.
Ma il vero “problema di questa Amministrazione, che governa Crema da oltre 7 anni, è la mancanza di strategia che si palesa anche e soprattutto sulla mancata realizzazione delle ‘questioni aperte’, quali l’ex tribunale, la Pierina, la Tangenzialina richiesta a gran voce dal mondo economico, l’università”… Cigliegina sulla torta la vicenda delle luci dello stadio Voltini, “trionfo del pressapochismo che dimostra come non basti andare in curva a raccattare consensi per essere un buon amministratore”.
“In questi anni – hanno concluso i consiglieri – hanno vissuto alla giornata. Ma noi non lasceremo cadere questi temi”.
Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti