Commenta

Piloni (Pd) risponde ad Agazzi
(Fi): 'Noi abbiamo provato a
risolvere un problema creato dal cdx'

Lettera scritta da Matteo Piloni consigliere regionale ed ex assessore all'urbanistica di Crema

Egr. Direttore,
chi ha avuto una parte nell’amministrazione di centro-destra che ha causato il “pasticcio” della scuola di CL dovrebbe, quanto meno, avere la decenza di tacere.
Mi riferisco alla lettera del consigliere comunale Antonio Agazzi contro l’amministrazione Bonaldi, di cui anch’io ho fatto parte per quattro anni nel ruolo di assessore all’urbanistica,  e che, insieme alla maggioranza, ha provato a risolvere il disastro della scuola di Cl, purtroppo ancora irrisolto e ben visibile, creato dall’amministrazione di cui lo stesso Agazzi ha fatto parte.
Se la nostra  colpa è stata quella di aver provato a risolvere il problema, allora siamo colpevoli. E ci abbiamo provato utilizzando il buon senso, e cioè percorrendo ogni strada possibile per utilizzare il contenitore abbandonato della scuola di viale Europa per trasferirvi il progetto del polo scolastico previsto a san Bartolomeo e progettato dalla provincia. Un tentativo doveroso ma che non siamo riusciti a concretizzare, anche di fronte al finanziamento ottenuto dalla provincia per il Polo di San Bartolomeo, e soprattutto di fronte all’interesse manifestato da un privato di trasferivi una realtà socio-sanitaria. E per quest’ultimo motivo, sempre nel tentativo di risolvere un problema, abbiamo modificato in parte la destinazione urbanistica, tutt’oggi valida.
Tentativi che sono purtroppo falliti, ma che andavano fatti. Se oggi Agazzi o qualcun altro ha un’idea seria e concreta per risolvere l’enorme problema della Scuola di CL si faccia avanti. Perchè l’obiettivo rimane quello di trovare una soluzione ad un problema creato dall’amministrazione di centro-destra.
D’altronde ci sono due modi di fare amministrazione: subire i processi o provare a gestirli. In questi anni l’amministrazione Bonaldi ha sempre provato a gestire i problemi, anche quelli complessi. Con l’unico obiettivo di risolverli.
Lo stesso vale per l’immobile dell’ex tribunale. Se anche Agazzi e la sua forza politica vorranno dare una mano in questa direzione, ben venga.

© Riproduzione riservata
Commenti