Commenta

Bilancio previsione 2020/2022,
Fontana: 'Investimenti
per la cura della città

Presentato durante il Consiglio comunale di oggi, 19 dicembre, il Bilancio di previsione del Comune di Crema per il triennio 2020/2022. Quasi 51 milioni di euro la cifra totale della previsione. “Un documento in cui sul piano degli Investimenti, dopo alcuni anni di magra, registra inversioni di tendenza, per le modifiche delle regole a livello nazionale apportate dal 2016 in poi, regole che consentono l’impiego di Avanzo di Amministrazione. Va da sé che la finanziabilità di molti interventi attualmente previsti nel Piano delle Opere Pubbliche sostenuti da alienazioni, sarà resa effettiva con le risorse provenienti da Avanzo di amministrazione, dopo la approvazione del rendiconto 2019. Per il 2020 permane tuttavia una situazione contingente di sofferenza per i Bilanci comunali per quanto riguarda la Spesa corrente, circostanza cui anche il nostro bilancio non sfugge, sebbene con modalità più contenuta rispetto al passato”. Ha esordito così il sindaco Stefania Bonaldi.

Come illustrato dall’assessore Cinzia Fontana, vi sono “notizie molto positive”, riferendosi innanzitutto alle tasse locali, che non sono state aumentate. “Contemporaneamente sono stati garantiti tutti i servizi alla comunità, che comprendono sociale, sport, cultura e scuole. Nulla è stato tagliato – ha specificato Fontana – di ciò che mantiene la tenuta democratica della città e garantisce le risposte ai bisogni e alle fragilità dei cittadini”.

Corposa la parte degli investimenti: 7 milioni di euro stanziati per la “cura del patrimonio cittadino”. Oltre alla conclusione di interventi avviati nel 2019, come per esempio il milione destinato all’edilizia scolastica e altri 800 mila euro per la manutenzione straordinaria delle scuole, si aggiungono “stanziamenti freschi per il 2020”.

Tra le opere più rilevanti la costruzione del nuovo asilo nido comunale (che si sposterà da via Dante, ndr), le risorse per il completamento della pista di atletica con la realizzazione degli spogliatoi e della tribuna, e quelle per la messa in sicurezza di un po’ tutto il patrimonio pubblico (scuole ed edifici comunali). Altri denari saranno destinati al rifacimento della copertura del tetto del Museo Civico Cremasco.

Il Bilancio sarà poi approvato a gennaio 2020. “La previsione è sul trienno – ha concluso Fontana – logicamente ci concentriamo sull’anno che verrà”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti