Commenta

'Il non-servizio del MioBus.
L'Amministrazione metterà a tema
la questione con Autoguidovie e Agenzia Tpl?'

Lettera scritta da Antonio Agazzi - Capogruppo Forza Italia a Crema

Sabato mattina, al Forum della mobilità, ho posto, tra le altre cose, un problema non di scarso rilievo, a mio giudizio. Il trasporto urbano, pure affidato – come la direttrice Crema-Milano – ad Autoguidovie italiane (la vicenda dell’autista senegalese che ha messo a repentaglio la vita degli studenti delle Vailati non ha avuto conseguenze sul gestore del servizio), è la vera delusione; ho detto in modo chiaro che il MioBus è un NON servizio, che sarebbe utile conoscere il dato dell’utilizzo del medesimo ‘a chiamata’, scorporato dalla fruizione delle corse a orari prefissati e dal trasporto della popolazione studentesca. Invece, AGI ha effettuato come unico annuncio il varo di una app per la prenotazione: difficile che, per quel che si è ascoltato, cambi in meglio la situazione che vede tanti utenti potenziali – specie anziani – rinunciare a un servizio inadeguato e quartieri importanti e popolosi – Ombriano, San Bernardino… – lasciati in una condizione di separatezza dal centro cittadino, dove tanti cittadini dovrebbero recarsi per ragioni varie, amministrative, commerciali, di fruizione dei servizi culturali, sanitari, cimiteriali… Il Sindaco e l’Assessore Bergamaschi metteranno a tema la questione “MioBus/inadeguatezza del servizio” nel rapporto con Autoguidovie italiane e con l’Agenzia del Trasporto Pubblico Locale Cremona-Mantova?

© Riproduzione riservata
Commenti