Commenta

Cittadinanza alla Segre, M5s
critica l'Amministrazione:
'Avrei atteso a comunicarlo'

Il consigliere Draghetti
“Profondo rispetto per Liliana Segre, massima riconoscenza per la sua storia e testimonianza che porta nel nostro Paese… Tuttavia uscire sulla stampa il giorno dopo quella Capigruppo credo sia una caduta di stile e un’accelerazione che rispetta poco il dibattito all’interno ai gruppi politici. Da parte del Presidente del Consiglio Comunale e del Sindaco Stefania Bonaldi mi sarei aspettato maggior cautela, per attendere che i gruppi si confrontassero in qualche giorno di tempo, senza veicolare titoli e messaggi univoci, che non sono assolutamente aderenti alla realtà: la conferenza dei Capigruppo ha solo chiesto qualche giorno per discuterne, senza dare una risposta definitiva”.
Commenta così il portavoce del M5s Manuel Draghetti, la comunicazione alla stampa riguardo la possibilità di offrire alla senatrice Liliana Segre la cittadinanza onoraria a Crema. “durante la Capigruppo di ieri sera, lunedì 11 novembre, il Presidente del Consiglio Comunale Gianluca Giossi ha chiesto di inserire all’ordine del giorno del prossimo Consiglio di lunedì 18 novembre 2019 il conferimento della cittadinanza onoraria a Liliana Segre.
I Capigruppo di minoranza, me compreso, sono stati presi alla sprovvista perché veniva loro chiesto di approvare seduta stante la richiesta di un ordine del giorno, altamente importante e simbolico, senza che fossero stati minimamente avvisati nei giorni precedenti, tramite comunicazione formale o informale.
Pertanto il Presidente del Consiglio Comunale ha accolto la richiesta dei Capigruppo di minoranza di inserire questo ordine del giorno nell’adunanza successiva a quella del 18 novembre, per permettere a tutti i Capigruppo di confrontarsi con i colleghi eletti in Consiglio e/o con i gruppi rappresentati da ciascun Capogruppo”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti