Commenta

Cittadinanza onoraria a
Liliana Segre: la proposta
arriva anche a Crema

La proposta di offrire la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre, arriva anche a Crema. L’iniziativa arriva dalla Maggioranza consiliare e dall’Amministrazione e ieri sera, durante la riunione dei capigruppo, il presidente del Consiglio comunale Gianluca Giossi, l’ha comunicata. “Ho colto negli interventi di tutti i presenti la disponibilità ad affrontare questo percorso e di questo li ringrazio. Sono fiducioso che questa proposta si possa concretizzare nel più breve tempo possibile, già a partire dal primo Consiglio utile dopo quello di lunedì 18 novembre”.

Da Ferrara a Bologna, passando per Sestri Levante e decine di Comuni Sardi, fino a Pisa e Livorno. Alcune città hanno già assegnato alla senatrice l’onorificenza, altre devono ancora discutere la proposta. La Segre, 89 anni, sopravvissuta al campo di concentramento di Auschwitz, ha di recente promosso la costituzione di una Commissione parlamentare contro odio, razzismo e antisemitismo, approvata con 151 sì e 98 astenuti – questi ultimi tra le file del centrodestra -.

La polemica politica si è infiammata e, di riflesso, anche il ‘dibattito’ social, con il risultato che la senatrice si è vista piombare addosso centinaia di insulti e minacce via internet, tanto che il 7 novembre il prefetto di Milano Saccone, durante il comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza, le ha assegnato una scorta.

Offrirle la cittadinanza onoraria, come ha spiegato Giossi, significa “onorare il suo drammatico passato e esprimerle vicinanza per il suo impegno alla memoria con l’istituzione, ma anche dimostrarle piena solidarietà contro gli attacchi d’odio e le minacce di cui è vittima”.

AmBel

© Riproduzione riservata
Commenti