Commenta

"Dirigenti 'nomadi'": Beppe
Bettenzoli critica le scelte
della giunta Bonaldi

Bettenzoli critica le scelte
della giunta Bonaldi" />

“Come possa il Comune di Cremafunzionare a dovere con i suoi dirigenti in continuo movimento verso altri Enti, è una domanda alla quale non riesco a trovare una risposta razionale. La dirigenza attua il nomadismo”. A denunciarlo è Beppe Bettenzoli, segretario del Prc cittadino, dalle pagine del periodico locale “@Sinistra”.

L’ex consigliere comunale, eletto per la prima volta nel 1980 in rappresentanza di ‘Democrazia proletaria’, assicura che “da allora la situazione della dirigenza del Comune di Crema è peggiorata al punto che oggi abbiamo dirigenti part-time”.

Da qui parte un’analisi dei singoli casi cui si riferisce Bettenzoli, partendo dall’Area 1, rimasta vacante dopo il pensionamento di Redonti, oggi retta dal segretario generale Gianmaria Ventura, “che mantiene anche la titolarità ell’Unione dei Comuni ‘Insieme sul Serio'”. Passando ai servizi dell’Area ” (amministrativo-finanziari), Bettenzoli cita Mario Ficarelli, “che ha assunto una molteplicità di incarichi retribuiti in numerosi comuni e come consulente finanziario, per esempio, a Offanengo, Cremonsano, Monte Cremasco…”.

In Ufficio Tecnico il segretario di Rifonda prende in esame l’architetto Paolo Margutti, “al quale l’Amministrazione concede di operare due giorni a settimana presso il comune di San Giuliano Milanese e svolge l’incarico – legittimo – di vicesindaco e assessore all’Urbanistica a Vaprio d’Adda”.

Bettenzoli termina con il caso del quale si sono occupati anche alcuni attuali consiglieri di Minoranza: l’aspettativa concessa ad Angelo Stanghellini, dirigente dell’Area 3 (servizi sociali). Stanghellini ha ottenuto un’aspettativa di 15 mesi per assumere l’incarico di Direttore Generale dell’Aisp Città di Bologna: “Non è giustificabile il fatto che un’area tanto importante, che coinvolge 65 dipendenti, resti sguarnita del proprio dirigente così a lungo”.

Per Bettenzoli “la responsabilità è tutta della giunta Bonaldi, che ha concesso ai dirigenti la possibilità di svolgere incarichi esterni al comune, rendendo sempre più virtuale la loro presenza in servizio”.

ab

Beppe Bettenzoli

© Riproduzione riservata
Commenti