Commenta

I tre appuntamenti
settimanli con
'Alice nella città'

La terza settimana di ottobre porta ad Alice nella città tre appuntamenti che abbracciano principalmente i campi della letteratura e della musica classica.

Venerdì 18 ottobre, alle 21.00, l’Associazione castelleonese inaugura una nuova rassegna dal titolo “I Am What I Read”, dedicata ai libri ma, ancor di più, a chi vive la passione del leggere e dello scrivere come una condizione necessaria. Il primo appuntamento prevede una sorta di jam session letteraria, condotta da Italo Trabattoni e  Marcello Zuccotti, in cui il pubblico sarà invitato a portare e presentare liberamente (in breve o approfonditamente) un libro particolarmente significativo della propria biblioteca nonché della propria vita. Successivamente a questo prologo, si svolgeranno invece tre appuntamenti dialogati in cui saranno ospitati autori auto-prodotti che hanno risposto all’invito di condividere sia il proprio lavoro che la propria necessità.

Sabato 19 ottobre alle 21.30 torna invece l’appuntamento con la musica classica proposta su un palcoscenico “non convenzionale”. In programma un Concerto per Quartetto d’archi con composizioni scelte dall’ op.18 di L.V. Beethoven. La formazione prevede Amie Weiss e  Chiara Bombeccari (primo e secondo violino), Elisa Locatelli (viola) e Nicola Barbieri (violoncello).

Infine domenica 20 ottobre alle 18.30 l’appuntamento è con un nuovo capitolo del ciclo autunnale di “I Am What I Play”, un progetto di aggregazione e selezione musicale spontanea e volontaria, che rende direttamente protagonisti gli avventori dell’associazione.

Ricordiamo che dal 1 ottobre è in vigore la nuova tessera ARCI 2019/2020, condizione necessaria per assistere e partecipare a tutti gli appuntamenti di Alice nella città. Anche quest’anno la quota associativa rimane fissata a 13 euro, e consentirà di accedere gratuitamente a tutti gli appuntamenti di Alice fino al 30 settembre 2020. Informazioni e aggiornamenti: http://alicenellacitta.wordpress.com 

© Riproduzione riservata
Commenti