Commenta

Giovani in agricoltura,
finanziate per 100mila euro
5 aziende del territorio

Cinque aziende agricole della provincia di Cremona, con a capo giovani agricoltori riceveranno complessivamente 100.000 euro di incentivi: il finanziamento rientra nel Programma di sviluppo rurale 2014-2020 per la costituzione di nuove aziende agricole da parte di giovani agricoltori, promosso dalla Regione Lombardia.

L’esito delle domande pervenute è stato pubblicato nei giorni scorsi sul Bollettino Ufficiale della Regione e vede appunto cinque aziende cremonesi tra le vincitrici del bando, che complessivamente ha visto lo stanziamento di  quasi 4 milioni di euro per 154 imprese.

Per la provincia di Bergamo sono state ammesse a finanziamento 37 aziende agricole condotte da giovani che riceveranno incentivi per 980.000 euro in totale; per la provincia di Pavia, 26 aziende agricole, per risorse complessive di 600.000 euro; per la provincia di Brescia 19 aziende agricole per 520.000 euro di incentivi; per la provincia di Sondrio riceveranno i finanziamenti regionali 22 aziende agricole per un ammontare di 660.000 euro totali; per la provincia di Como, 9 aziende agricole per 250.000 euro di contributi; per la provincia di Varese 3 aziende agricole per un totale di 70.000 euro; per la provincia di Lecco 3 aziende agricole per 80.000 euro; per la provincia di Mantova 24 aziende per 480.000 euro; per la provincia di Milano 4 aziende per 80.000 euro; per la provincia di Monza e Brianza 1 azienda agricola riceverà 20.000 euro; per la provincia di Lodi 1 azienda agricola riceverà contributi per 20.000 euro. Il contributo per ciascuna azienda non potrà superare i 30.000 euro.

“Il ricambio generazionale è essenziale in agricoltura: servono nuove idee, nuove tecnologie, nuove energie per rendere il settore primario sempre più sostenibile e moderno” ha detto l’assessore alla partita, Fabio Rolfi. “Grazie alla misura giovani, Regione Lombardia, dal 2014, ha già destinato 25 milioni di euro a 1.100 nuove aziende gestite da giovani agricoltori. Nella programmazione del prossimo Programma di sviluppo rurale punteremo molto sul tema dell’innovazione”.

© Riproduzione riservata
Commenti