Commenta

Cambiamenti Climatici : Richiesta
risarcimento danni per una
nuova politica ambientale

Lettera scritta da Gianemilio Ardigò Verdi Europei - Crema

Egregio Direttore,
i Verdi Europei di Crema a fronte degli eventi climatici, ormai non piu’ isolati, avvenuti su territorio cremasco chiedono al coordinatore dell’Area Omogenea il Presidente Aldo Casorati di inserire tutti i comuni cremaschi colpiti inoltrando a Regione Lombardia la richiesta di calamita’ naturale. Tale richiesta nella sua formulazione piu’ semplice chiede : “ Lo stato di emergenza per la calamità naturale a seguito dei danni abbattutosi nelle date del 7 – 9 e 12 agosto 2019 sui territori dei comuni dell’Area Omogenea Cremasca “, una richiesta che da un lato dovrebbe
sopperire al danno materiale ma dall’altro scrivere la parola “ fine “ sulla gestione del territorio e sull’approccio contro i cambiamenti climatici.. Sergnano, Pianengo, Casale Cremasco Vidolasco, Ricengo, Capralba, Camisano, Vailate. Crema e molti altri sono stati pesantemente colpiti.. il “ bollettino di guerra ambientale “ e’ pesante e
non sara’ il primo ne l’ultimo. Anche la citta’ di Crema ha provato cosa voglia dire “eventi estremi “, molti pensano di vivere in un oasi felice, ma come da anni denunciamo tutti i nodi sono arrivati al pettine e se si vorra’ limitare i danni e dispiacevoli conseguenze si proceda con piani ambientali concreti, maggior tutela del territorio, messa in sicurezza del patrimonio arboreo, ristrutturazioni di edifici , eliminando dai tetti l’amianto ancora esistente con una capillare informazione sul comportamento umano nel tessuto cittadino. In ambiente non esistono “ due pesi e due misure “ ed e’ giusto che tutti possano, nella proporzione dei danni, essere risarciti anzi con, finalmente, una nuova  consapevolezza sul “ Climate Change “ visto che per 30 anni abbiamo gridato alla luna, ascoltateci almeno ora…

 

© Riproduzione riservata
Commenti