Un commento

'Come rendere Crema
più sicura?': l'interrogazione
del M5S in consiglio

Come rendere la città più sicura? Che impegno si prende l’amministrazione comunale in questo senso? Queste le domande che il consigliere pentastellato Manuel Draghetti pone nell’interrogazione presentata in queste ore, chiedendo che sia inserita all’o.d.g. del prossimo Consiglio Comunale.

“L’Amministrazione Comunale ha promosso, un paio di anni fa, il progetto per l’installazione di dispositivi di videosorveglianza e di varchi elettronici nell’ambito del territorio comunale” scrive Draghetti. “Dalle informazioni di cui lo scrivente Consigliere Comunale può disporre, consta che, con particolare riguardo alla videosorveglianza, la relativa strumentazione dovesse essere principalmente installata nei Quartieri della Città per un numero di 35 impianti (Deliberazione di Giunta Comunale n. 13 del 15 gennaio 2018) 

Invece, con specifico riferimento ai varchi elettronici, risulta che essi dovessero essere posizionati in corrispondenza dei principali punti di accesso alla Città, consentendo di rilevare il flusso veicolare in entrata e in uscita, per un numero di 13 dispositivi (Deliberazione citata). 

Alcune testate giornalistiche, qualche tempo fa, hanno, da un lato, riportato la notizia secondo cui l’Amministrazione Comunale stava dando corso al posizionamento di una trentina di impianti di videosorveglianza, aggiuntivi a quelli già esistenti, e di tredici varchi elettronici e, dall’altro, alcune dichiarazioni dell’Assessore Bergamaschi in base alle quali le operazioni relative all’installazione dei predetti dispositivi si sarebbero concluse prima dell’estate del 2019″. 

Alla luce di queste premesse, Draghetti chiede “se è confermata, secondo quanto previsto dalla predetta Deliberazione di Giunta Comunale n. 13 del 15 gennaio 2018, la progettualità relativa all’installazione di n. 35 impianti di videosorveglianza e di n. 13 varchi elettronici; quanti sono gli impianti di videosorveglianza ed i varchi sin qui installati e funzionanti e dove sono stati posizionati; qual è la tempistica relativa all’eventuale installazione degli impianti di videosorveglianza e dei varchi non ancora posizionati; a regime, quanti saranno gli impianti di videosorveglianza e quanti i varchi elettronici; se i varchi sono idonei al censimento dei flussi veicolari e, pertanto, se possono essere considerati rilevatori di traffico permanente; se i medesimi varchi possono essere adibiti anche ad altre funzioni”. 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Seba

    Basterebbe togliere tutti gli sbandati che bivaccano ai giardini porta serio , campo di Marte , viale Repubblica e viale de Gasperi dove orde di extracee che frequentano il negozio etnico fanno baccano e lasciano rifiuti sul marciapiede , poi per i cittadini onesti che pagano le tasse sui rifiuti mandano ordinanze di non esporre rifiuti prima dell’orario previsto per via del decoro urbano .
    Senza contare tutti gli accattoni al mercato . Ma siccome viviamo in una cittadina governata da Cattocomunistiradicalchic la vedo dura