Commenta

25 agosto, elezione del pres.
della Provincia. Beretta (Fi):
'Serve accordo trasversale'

Il porossimo 25 agosto, definita ‘data infame’ dagli addetti ai lavori, si terrà la votazione per eleggere il presidente della Provincia di Cremona, che andrà a prendere il posto dell’attuale Davide Viola, in carica dal novembre 2016.

All’elezione prenderanno parte sindaci e consiglieri provinciali che appartengono, ovviamente, a differenti aree e partiti politici. Di questi nessuno, con le proprie forze, ha i numeri per ottenere l’elezione di un candidato. Saranno dunque necessarie larghe intese, per le quali ci si sta già muovendo andando oltre i colori partitici.

Simone Beretta, consigliere provinciale, ai augura che questa volta “Ci possa essere un accordo alto e trasversale. Questo significa che il giorno seguente la votazione, ogni consigliere offre la propria disponibilità per ricevere e sostiene un programma condiviso”.

Quasi scontata la speranza che ad esprimere la carica sia un cremasco, dopo un lungo periodo di cremonesi: “Vedo in Fiori (Castelleone), Rossoni (Offanengo) e Casorati (Casaletto Ceredano) delle figure che potrebbero mettere d’accordo buona parte del Consiglio. Certamente Cremona avrà le sue”. Il punto, comunque, resta quello di “sfruttare la possibilità di uscire con un quadro di riferimento concordato e un programma certo. E se stavolta la politica non sfrutta qusta possibilità non si potrà fare il bene del territorio. Dobbiamo unire gli intenti per rendere forte un’istituzione che è stata indebolita”.

L’auspicio è dunque quello che la figura del presidente della Provincia possa essere strategica per lo sviluppo dell’intero territorio, andando oltre i campanilismi.

Ambra Bellandi

 

Simone Beretta

© Riproduzione riservata
Commenti