Commenta

Bilancio partecipativo: il
Consiglio dice 'no' alla
proposta del grillino Draghetti

A Crema niente bilancio partecipativo. La mozione presentata dal pentastellato Manuel Draghetti è stata cassata dal Consiglio comunale.

Con il solo grillino a favore e l’astensione del centrodestra, il documento per rendere i cittadini parte attiva nelle decisioni su come spendere le risorse economiche comunali, non passa.

Non basta l’appello di Draghetti a non “chiudere la politica in aula Ostaggi”. Il sindaco tiene un intervento nel quale spiega le proprie ragioni: “Nel primo mandato ho tentato di realizzare questo progetto. Mi sono scontrata con realtà burocratiche ed organizzative che, ad oggi, non sono superabili. Non c’è maggior democrazia delle elezioni: noi, tutti, siamo chiamati a studiare e amministrare”. E infatti la Bonaldi era stata l’unica, durante la campagna elettorale del 2017, a dichiarare di non voler realizzare il bilancio partecipativo.

Per la partecipazione, sostiene la maggioranza in Sala Ostaggi, esistono le consulte. C’è poi la possibilità di effettuare segnalazioni; inoltre “Crema non è una metropoli e il contatto e l’ascolto del cittadino è una pratica consolidata”.

Di tenore simile le parole del forzista Simone Beretta: “Non ci sono le condizioni per fare quanto richiesto dai 5 Stelle”.

ab

© Riproduzione riservata
Commenti