Commenta

SicuraMEnTE Sergnano:
lista di centrodestra
con Andrini candidato

“Per le Elezioni del nuovo Consiglio Comunale, la lista SicuraMEnTE Sergnano si presenta a questo appuntamento con grande volontà e grande spirito di programmazione”, esordisce in questo modo il Candidato Sindaco di Sergnano Mario Angelo Andrini. Una lista di Centro Destra aperta al rinnovamento, al cui interno convivono figure indipendenti. Ha colto le aspettative ed i bisogni emersi in questi ultimi anni,  raccolto nuove idee e, allo stesso tempo,  ascoltato i problemi di tutti, in particolare delle persone più deboli, dei giovani e degli anziani>. SicuraMEnTE Sergnano si presenta come una lista formata da molti giovani, persone con esperienza e culture diverse, cariche di entusiasmo e voglia di fare, con un’età media ben al di sotto dei quarant’anni.
I candidati consiglieri sono stati resi noti: VERONICA PARNI, PAOLO FRANCESCHINI, IDA MALOSIO,GIAMPIETRO INGIARD, MICHELE FACCO, IRENE GALVAGNI, MARCO RIVA, MARTA SPELTA, MARIO RINALDI, ARTURO EPIS, DENIS BORGO, CRISTINA DONATI. Una squadra preparata e al servizio del cittadino: niente è lasciato al caso. Persone di varia formazione culturale e professionale, accomunate dal desiderio di rendersi utili al proprio paese. Realizzeranno un progetto di rinnovamento e cambiamento nel modo di programmare e amministrare il bene comune: pensare all’ordinario prima che allo straordinario. Con un programma chiaro che potrà guardare al futuro con fiducia, senza lasciare nulla al caso.
Prosegue il candidato Sindaco Andrini: “Particolare attenzione al volontariato e alle associazioni presenti sul territorio, persone impegnate nel campo sociale, sportivo, culturale e ricreativo che rappresentano una parte importante della nostra comunità. Nei prossimi giorni renderemo pubbliche le nostre posizioni sulle opere pubbliche necessarie al paese, sulla cultura, e sulla scuola”. Il loro obiettivo è che  Sergnano possa accogliere le diverse età della vita, aperta alle culture e al cambiamento, progettare un paese che funzioni, che offra un’opportunità a tutti e che sappia attrarre e riconoscere nuove idee e nuova creatività.In questo senso hanno già proposto, nelle prime battute della campagna elettorale, quattro progetti: UN ALBERO PER OGNI NUOVO NATO per sensibilizzare il tema ambientale, allo scopo di implementare le aree verdi cittadine. Il provvedimento è già legge nei soli Comuni con popolazione superiore ai 15mila abitanti , ma la lista di Andrini ha deciso di proporlo anche a Sergnano per fare un piccolo gesto di attenzione verso l’ambiente. Il progetto h12, per portare una postazione ambulanza in funzione 12 ore (dalle 20:00 alle 08:00), per emergenze a Sergnano e limitrofi e diminuire le tempistiche di intervento. Per contribuire al miglioramento della qualità della vita, SicuraMEnTE Segnano intende proporre l’adesione al progetto Rete Città Sane OMS, la rete dei Comuni italiani che promuovono salute, riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.  Vedere Sergnano come una Città Sana: non quella che ha raggiunto un particolare livello di salute, ma quella che sceglie con energia di migliorarla.
E, in ultimo, la creazione di una CONSULTA GIOVANI, che in questi giorni è già al lavoro. La candidata Veronica Parni, avendo già masticato un po’ di routine amministrativa, si fa promotrice dei giovani presenti in lista e precisa: <La cura, il sostegno e la promozione delle nuove generazioni sono elemento fondamentale per le istituzioni che intendono promuovere uno stato di benessere generale che consenta ai giovani di divenire cittadini attivi. Offrire informazioni, creare opportunità, accogliere sollecitazioni sono gli obiettivi che intendiamo realizzare e favorire per incoraggiare il territorio a lavorare per crescere. Vogliamo dare elementi favorenti l’autonomia giovanile, per garantire alle nuove generazioni un passaggio solido all’età adulta. Proprio in questi giorni stiamo costituendo la Consulta Giovani, aperta a tutte le realtà giovanili presenti sul territorio che desiderino farne parte. Obiettivo è costituire un luogo privilegiato di confronto e dibattito ove raccogliere, da un lato, sollecitazioni e proposte su tutto ciò che può riguardare la condizione giovanile per poi riportarlo al Consiglio Comunale e, dall’altro, come momento di ricaduta delle iniziative nell’ambito in cui ogni organizzazione opera. Ho avuto la fortuna di conoscere la macchina amministrativa in questi anni e sono fermamente convinta che,  affinché l’Amministrazione avvii una vera e propria progettualità nel campo delle politiche giovanili, sia necessario la presenza di una “Consulta Giovani”.

© Riproduzione riservata
Commenti