Commenta

Ampia fetta de 'La Sinistra'
si riconosce nell'operato
dell'Amministrazione

Lettera scritta da Marta Andreola, Maurizio Bertolaso, Franco Bordo, Giorgio Galli, Davide Villani
L’uscita dalla maggioranza del Consiglio comunale di Crema da parte del Consigliere Coti Zelati appare come una rottura politica ed una scelta profondamente sbagliata, a maggior ragione in un quadro politico che vede crescere una destra pericolosa e retrogada.
Questo passo, oltre ad aver rappresentato uno strappo con la maggioranza ha determinato anche una rottura della Lista “La Sinistra – con Bonaldi Sindaca”. Infatti, all’interno della Lista stessa sono arrivati molti segni di condivisione con l’esperienza di governo della città e altrettante indicazioni a proseguire il cammino con la coalizione di centrosinistra a sostegno di Stefania Bonaldi.

La conferma dell’Assessore Galmozzi da parte del Sindaco è un elemento importante e dirimente: consente ad un’ampia fetta della Lista di continuare a riconoscersi nell’azione amministrativa e sarà un punto di riferimento per quelle persone che hanno voglia di collaborare affinché nell’Amministrazione Comunale di Crema possano proseguire le buone pratiche politiche e le scelte importanti compiute in questi anni.

Rinnovando la nostra fiducia nei confronti dell’Assessore Galmozzi, lavoreremo insieme perché L’Amministrazione continui nel solco di quel patto politico a governare con saggezza ed equilibrio la città, creando uno spazio aperto, inclusivo a sinistra, sulla strada di quel percorso unitario che, come per il sostegno dato a Nicola Zingaretti durante le Primarie, per noi rimane un faro.

© Riproduzione riservata
Commenti