Commenta

Via Bacchetta: Draghetti
attacca e Coti Zelati potrebbe
uscire dalla Maggioranza

Il Consiglio di martedì 12 marzo si è aperto, come era prevedibile, con una comunicazione del pentastellato Manuel Draghetti riguardo i lavori di via Bacchetta: “Meritate di essere ricordati come quelli che hanno ucciso gli alberi”, ha attaccato il grillino. Su via Bacchetta è intervenuto anche il capogruppo de “La Sinistra con Bonaldi sindaca”, che ha sottolineato come abbia ricevuto i documenti sulla riqualificazione della strada solo “il giorno prima dell’annuncio alla stampa”. Un motivo, questo, che potrebbe portare alla fuoriuscita dalla Maggioranza. Il gruppo si riunirà questa sera, mercoledì 13 marzo per discutere della questione.

Approvata invece, senza particolari intoppi, la variante al piano attuativo “Lago Gerundo”, quella che porterà alla riqualificazione dell’ecomostro di via Indipendenza. La maggior perplessità è arrivata da Forza Italia, che ha proposto, con gli oneri di urbanizzazione (circa 800mila euro), di acquistare l’immobile di via Pesadori di proprietà della Fondazione Benefattori Cremaschi. “Aiuteremmo la Fbc ed eviteremmo di svendere il patrimonio della città, come avete fatto fino ad oggi”.

Passata anche l’approvazione al programma integrato di intervento “Aree in via Milano/via Europa”, che prevede la costruzione di una media struttura di vendita. Critiche dalle Minoranze per “un’altra area verde che viene cementificata”, secondo Draghetti; così come Forza Italia è perplessa per le “scarse entrate nelle casse comunali”.

ab

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti