Commenta

'L'elenco delle ferite urbanistiche di Crema'

Lettera scritta da Antonio Agazzi - Capo Gruppo di Forza Italia in Comune a Crema

Gentilissimo Direttore,
a beneficio di chi voglia guardare alla realtà in termini complessivi, prescindendo da simpatie/antipatie politico-partitiche, condivido un ‘breve’ elenco delle “ferite” urbanistiche…aperte, a Crema, di cui il centro-sinistra – piuttosto selettivo nell’evidenziare i cosiddetti ‘ecomostri’ – pare avvedersi poco, concentrato unicamente sull'”incompiuta” della Fondazione Charis, per la quale hanno addirittura chiamato Striscia la notizia… Eccolo: Ex Cascina Pierina (con vasta area annessa, in perdurante stato di abbandono), in Via Bramante; Ex Everest (in Via Mulini); Ex Ferriera (in Via Gaeta); Ex Magazzino Comunale (in Via Mulini); Ex Arrigoni (V.le S. Maria della Croce); un ulteriore esempio di edilizia residenziale, che è un’incompiuta da tanti anni, ben prima dell’immobile della Fondazione Charis, alla fine di Via Gaeta, zona sottopasso di Via Indipendenza, quasi ad angolo con Via Caravaggio; … l'”Ecomostro” di Via Indipendenza, angolo Via Lago Gerundo (a San Carlo); Ex Bosch (in Via Cavalli, angolo Via Bambini del Mondo); Ex Canavese (meglio, ex Bassano Grimeca), in Via Enrico Martini (a San Bernardino); Ex Tripperia Boschiroli, in Via Enrico Martini, angolo Via Monte Santo (sempre a San Bernardino); Centro Manutentorio dell’Anas…dismesso, in Via Zambellini, angolo Via Cremona (a Castelnuovo); ex distributore di carburanti in zona Porta Serio, con un tentativo molto zoppicante di riqualificazione ad…”andamento lento”….
Avventurarsi nella ricerca delle responsabilità è certamente laborioso ma può spiegare certi vuoti di memoria, … specie a sinistra…
Cordialità.

© Riproduzione riservata
Commenti