Commenta

Tre giorni di festa, 11
artisti, circo, laboratori:
inizia il CloseUp

CloseUP è alle porte e da venerdì 5 ottobre a domenica 7 il complesso del Sant’Agostino a Crema ospiterà alcuni degli artisti internazionali di circo contemporaneo e danza tra i più apprezzati dal pubblico e dalla critica. CloseUP scandisce le sue tre giornate di programmazione secondo tre parole-chiave: VISIONI, AZIONI e LAB

Venerdì 5 ottobre – VISIONI
Una giornata in cui il video, tra proiezioni e performance live, è il vero protagonista in grado di stupire e rapire gli spettatori.
Dopo un aperitivo alle ore 18 con Billy Cowie e il critico di danza Marinella Guatterini, dalle 19.00 alle 21.00 ci saranno due installazioni per poche persone alla volta (in replica anche il 6 e 7 ottobre): The reverie alone da osservare sdraiati su un’installazione realizzata appositamente da Marialisa Leone e con gli occhi rivolti al soffitto: 7 minuti di pura bellezza interpretati da Eleonore Ansari, In the flesh da osservare guardando il pavimento: un’apparizione improvvisa nel buio che va dritta al cuore, nuovo “cinema haiku”. In serata, dalle 21.30 altri 3 capolavori di Cowie, lo struggente Tango de soledad e gli ironici T’es pas la seule e Art of Movement.
Alle ore 21.00 CloseUP presenta Muualla di Ilona Jӓntti, riportandoci allo stupore dell’infanzia e al desiderio di far volare la fantasia in un delizioso spettacolo in cui l’artista interagisce con un video proiettato su maxischermo. Alle ore 22.00, a chiudere la prima serata di festival, entra in scena l’opera in video del coreografo svedese Pontus Lidberg al quale CloseUP dedica un focus presentando due suoi pluripremiati dance movies: The Rain, che racconta amori e solitudini sotto una pioggia incessante, e Labyrinth Within, che ci immerge nelle stanze misteriose di un magnifico appartamento.

Sabato 6 ottobre: AZIONI
Il festival ospita 7 spettacoli dal pomeriggio fino a sera, alternando eventi di grande impatto a forme più delicate e intime.
Si inizia alle ore 17.30 con l’evento più atteso, Transports Exceptionnels dei francesi Beau Geste in cui fragilità e potenza si misurano per una sfida ancestrale tra un uomo e un escavatore meccanico. A seguire sono attive le installazioni video di Billy Cowie e le performances proseguono in serata alle ore 21.00 con O Ultimo Momento e il poetico Contigo in cui Joao Paulo Pereira Dos Santos compie evoluzioni a 7 mt di altezza sul palo cinese. Alle ore 21.30 Ilona Jӓntti aspetta il pubblico nel “giardino segreto” del Sant’Agostino per una creazione site specific con le musiche dal vivo del maestro Gianni Satta. Ultimo appuntamento della serata, alle ore 22.00, è un percorso nelle sale del Museo Civico Cremasco in compagnia di 3 giovani coreografe italiane, Viola Gasparotti, Lidia Luciani e Annalisa Morelli, per un numero più ristretto di spettatori.

Domenica 7 ottobre: LAB
Domenica mattina gli artisti ospiti di CloseUP incontrano i ragazzi di alcuni quartieri della città per dei workshop divertenti in cui trasmettere le proprie esperienze sul movimento e sul linguaggio del corpo. CloseUP_LAB è realizzato in collaborazione con “Piazza In & Out”, Parrocchia di Santa Maria, Associazione Papa Giovanni XXIII e il progetto Fare Legami.

Aperitivi, pranzi e visite guidate.
CloseUP si caratterizza per il desiderio di creare un dialogo tra gli spettatori e gli artisti, offrendo al pubblico anche occasioni informali per incontrare gli artisti. Nascono così gli aperitivi e i pranzi di CloseUP, secondo questo calendario: venerdì 5 ottobre: ore 18 aperitivo con Billy Cowie condotto da Marinella Guatterini
sabato 6 ottobre: ore 11 aperitivo con Ilona Jӓntti, ore 12.30 pranzo con Billy Cowie al ristorante Quin – info www.closeupfestival.it, ore 18.15 aperitivo con la Compagnia Beau Geste. Altro elemento importante per CloseUP è il legame con il patrimonio culturale materiale e immateriale, attestato anche dal riconoscimento da parte del Ministero per i Beni e le attività culturali che ha insignito il festival del logo europeo 2018 Anno Europeo del Patrimonio Culturale #EuropeForCulture. A tal proposito, per alimentare la curiosità degli spettatori nei confronti degli spazi del Sant’Agostino che ospiteranno gli spettacoli, sono previste, a cura del Museo Civico Cremasco, 2 visite guidate della durata di 1 ora, in programma alle ore 16 di sabato 6 e domenica 7 ottobre.

© Riproduzione riservata
Commenti