Ultim'ora
Commenta

Attacco Lega, il sindaco si
difende: 'Seguiamo le regole
Il paleozoico finito da tempo'

“Il consigliere leghista Andrea Agazzi, è anti islamico e anti tante altre cose. Chiede le mie dimissioni perché le persone di religione islamica si sono permesse di usare impropriamente un capannone”. Replica così Stefania Bonaldi al capogruppo del Carroccio che ieri sera ha chiesto al primo cittadino di rimettere il mandato per la questione di via Rossignoli.
Ma il sindaco non ci sta e spiega perché il Comune, fino ad oggi, ha avuto le mani in questa vicenda: “Appena abbiamo potuto acquisire elementi probatori concreti circa la trasgressione, ci siamo mossi secondo le norme, cioè leggi e regolamenti, non potendoci permettere, come il consigliere forse vorrebbe, di usare gli istinti primordiali, perché il paleozoico è passato da un pezzo”.
“Il governo di un gruppo umano è difficile, richiede competenza, onestà intellettuale, cultura, maturità, rispetto dei diritti del prossimo, così come delle regole – tutte – che valgono in una comunità, anche di quelle che presiedono l’assunzione degli atti di una Amministrazione Comunale. Una salita forse aspra, ma siamo sicuri che da qui alla fine del mandato egli possa capire che termini come democrazia, regole (anche amministrative), diritti (anche altrui) non sono parolacce, ma le porte strette dalle quali passare per rendere possibile la convivenza. Sempre che questa gli interessi davvero, ma ne siamo certi”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti