Cronaca
Commenta

Associazione Riviera: cena di solidarietà nel ricordo di Diego

 

Sabato sera la palestra di Postino ha ospitato circa 200 persone che hanno partecipato alla cena organizzata dall’associazione Diego Riviera. Un appuntamento che si ripete negli ultimi anni grazie all’iniziativa di Cinzia Brescianini, mamma di Diego, fondatrice e presidente dell’associazione. La cena benefica di sabato non è stata solo l’occasione per raccogliere fondi da destinare alle attività dell’associazione, ma anche il momento per elencare le varie iniziative promosse nel corso dell’anno e consegnare ben 8 defibrillatori a beneficio di: Beach Club Offanengo, Protezione civile san Marco, Volley Crema 2.0, Asd Werder Crema, Oratorio Vaiano Cremasco, Oratorio don Bosco di Madignano, IIS Sraffa – sezione associata “F. Marazzi”. L’ottavo defibrillatore è stato consegnato al piccolo Francesco, affetto da una patologia che può richiederne il suo utilizzo. Accompagnata dalle collaboratrici Laura Pastori e Liliana Sassi, la presidente Cinzia Brescianini, ha rimarcato i motivi che spingono l’associazione a donare: “Quando una persona ti fa un dono è perché tiene a te, ed insieme a questo salvavita noi vi stiamo donando un pezzo di cuore di Diego. Ma per poter donare abbiamo bisogno di ricevere, perché l’associazione non è un supermercato dei defibrillatori”, ha concluso la mamma di Diego, auspicando la collaborazione anche da chi ha ricevuto in passato questi dispositivi. Oltre ai defibrillatori, l’associazione ha messo all’asta alcune magliette autografate da calciatori di serie A, il cui ricavato sarà utilizzato a sostegno delle attività dell’associazione. Non sono mancati i ringraziamenti della mamma di Diego ai suoi collaboratori e ai volontari dell’associazione, al sindaco di Dovera Mirko Signoroni, ed al dottor Ugo Rizzi, direttore del servizio 118 per le province di Cremona e Mantova.

Nell’ottica della collaborazione con le scuole, si inserisce quella con l’istituto Sraffa, che per il secondo anno consecutivo si è occupato della preparazione della cena e della gestione della serata. I docenti di cucina che si sono alternati nella preparazione del menù sono stati: Ignazio Baglieri, Guglielmo Palma, Amedeo Patamia coadiuvati dal personale tecnico Antonella Abate e Francesco Manna e dagli studenti del corso diurno e serale dell’indirizzo cucina. Il servizio di sala è stato curato dalla docente Marianna Autorino e dai ragazzi dell’indirizzo sala e vendita

© Riproduzione riservata
Commenti