Commenta

La Pergolettese passa in
finale ai playoff: domenica
al Voltini contro il Darfo

Pergolettese in finale playoff dopo la vittoria per 2 a 1 sul Pontisola ai tempi supplementari, in  una partita che i tifosi giunti a Ponte San Pietro ricorderanno a lungo, per il carattere messi in campo dai gialloblu.  In dieci uomini tutto il secondo tempo, a causa di una incomprensibile espulsione di Poesio, l’inferiorità numerica non ha condizionato oltremisura i cremaschi che hanno duplicato le forze, compattandosi e tenendo bene il campo fino al termine. La decisione è stata presa dopo uno scontro fortuito tra lo stesso giocatore e il direttore di gara che, dopo essersi rialzato, ha estratto incredibilmente il cartellino rosso.

Un minuto prima l’arbitro non aveva concesso un clamoroso calcio di rigore per uno strattonamento su Boschetti mentre stava calciando in porta solitario. Le proteste dei gialloblu, protrattasi per lunghi minuti, hanno portato all’aumento del nervosismo in campo, che ha poi probabilmente condizionato la decisione dell’arbitro nell’episodio dell’espulsione di Poesio, giudicandolo volontario.  Avendo solo un risultato a disposizione i ragazzi di De Paola, sono scesi in campo sin dall’inizio senza timori reverenziali, affrontando il Pontisola con piglio autoritario, mettendo in campo un ottimo fraseggio e buona tecnica, con i bergamaschi che per i primi 25 minuti sono stati spettatori delle trame gialloblu.

Il gol di Morello, incontenibile sulla sua fascia, al 16’ è stato il giusto premio per la superiorità dimostrata nella prima parte di tempo. La riscossa per i padroni di casa si è avuta solo negli ultimi 15 minuti del primo tempo quando, guadagnando campo, hanno costretto le Pergolettese a difendersi, riuscendo a riagguantare il risultato al 43’ con il neo entrato Perego, servito sotto porta da Ferreira Pinto. La ripresa, dopo gli episodi iniziali, ha visto la costante ricerca del gol vittoria da parte della Pergolettese, con il Pontisola preoccupato a non subire segnature e che solo nel finale ha provato a evitare i supplementari con un bel tiro di Ruggeri parato da Leoni.

Terminati i tempi regolamentari col risultato in parità, i supplementari si sono aperti con un colpo di testa di Ruggeri che ha scheggiato la traversa  e poi il gol di Ferrario su rigore al 13’, per un ostacolo falloso in area su Manzoni. Gli ultimi 15 minuti, dopo un rigore non fischiato per un fallo su Ferrario lanciato a rete appena entrato in area, hanno esaltato le doti combattive dei gialloblu, che hanno difeso strenuamente il risultato fino al termine, con Leoni sugli scudi per due prodezze consecutive all’ultimo minuto su due conclusioni ravvicinate, che hanno messo il sigillo sul passaggio del turno e alla finale che si giocherà domenica prossima al Voltini contro il Darfo Boario.

© Riproduzione riservata
Commenti