Commenta

I cinquant’anni della storia
della 'Società Anonima Anelli'
in un libro di Fabio Perrone

È stato presentato sabato al Teatro San Domenico di Crema il libro “Anelli 1918-1968” scritto da Fabio Perrone. È un libro che racconta i cinquant’anni della storia della “Società Anonima Anelli”, storica ditta di pianoforti cremonese nella quale si sono formati Attilio Tamagni, Luigi Nazzari, Luciano Del Rio e molti altri importanti professionisti accordatori e riparatori di pianoforti italiani. La costituzione della Società è stata il naturale coronamento di una attività familiare-artigianale che, a partire dal capostipite Antonio Anelli (1795-1883), ha segnato musicalmente i territori lombardi ed emiliani. L’esperienza tecnica maturata prima sugli organi, poi sui clavicembali e sulle spinette e, infine, sui pianoforti, è stata trasmessa da una generazione all’altra prima di giungere a Pietro Anelli (1863-1939) che, dopo aver fatto a sua volta esperienza come organaro e accordatore di pianoforti, ha costituito nel 1918 la “Società Anonima Anelli” con l’orgoglio patriottico di dimostrare che si potevano costruire anche in Italia ottimi strumenti musicali a tastiera non inferiori, come qualità ed affidabilità, alle migliori marche estere. A Crema sono giunti i primi tre pianoforti “Anelli” che costituiscono il primo nucleo dell’erigendo archivio-museo dedicato alla storica ditta di pianoforti cremonese.

© Riproduzione riservata
Commenti