Commenta

La Pergolettese pareggia
con il Lecco. De Paola:
'Un punto prezioso'

Gara combattuta quella tra Lecco e Pergolettese. Giocata su un campo sempre più pesante, man mano che passavano i minuti, per la pioggia che con insistenza ha inzuppato il “Rigamonti Ceppi” per tutti i novantadue minuti, le due squadre non hanno lesinato energie per provare a superarsi. I due trainer hanno messo in campo le squadre con l’elmetto in testa, pronte a replicare colpo su colpo. E’ partito subito all’attacco il Lecco che ha creato due buone opportuità nei primi  minuti con Meyergue al 6’ e con una incursione in area spazzata in angolo da Guerci. Da parte dei gialloblu ospiti una conclusione da centro area di Manzoni al 21’ ma troppo centrale per poter impensierire Nava che ha neutralizzato la minaccia. La stanchezza nei minuti conclusivi del tempo ha consigliato ai due contendenti di non correre rischi inutili aspettando la pausa per rifiatare. Nel secondo tempo tanta guerra in campo ma poche le conclusioni degne di nota, solo un paio di tiri velleitari senza grosse pretese da parte di Peri e Contini per la Pergolettese. Fino agli ultimi 15 minuti quando la gara si è accesa, prima per un mancato aggancio di Cristofoli in piena area di rigore con palla che ha sfiorato il palo che ha fatto venire i brividi ai tifosi gialloblu accorsi a seguire e incitare i propri beniamini. Al 78’ poi l’unica vera occasione da gol della gara capitata sui piedi di Bignotti, servito in area da un assist di testa di Cristofoli, che ha calciato al volo a colpo sicuro, ma che ha trovato sulla sua strada un Leoni ben appostato il quale d’istinto ha respinto la minaccia. 4 minuti dopo un lancio lungo di Mureno per Cristofoli ha permesso all’attaccante lecchese di tentare un pallonetto sulla uscita fuori tempo di Leoni, ma la palla ha sorvolato abbondantemente la traversa. Il fischio finale del direttore di gara ha messo fine alle ostilità, con il risultato ad occhiali che ha premiato entrambe le formazioni per l’impegno dimostrato. Per il Lecco, che arrivava da due vittorie consecutive, un punto che ha lasciato del rammarico per non essere riusciti ad accorciato le distanze dalla zona playoff, per la Pergolettese una boccata di ossigeno dopo due sconfitte, in attesa di lanciare il guanto di sfida domenica prossima al Voltini alla capolista Rezzato.

Soddisfatto a fine gara mister De Paola per il punto guadagnato sul difficile campo di Lecco, ma rammarico per non essere riuscito a impostare la gara come aveva preparato a causa delle assenze  dell’ultimo minuto. “Penso che sia stata una bella partita, nonostante il campo molto pesante. Si sono incontrate due squadre in un buon momento di condizione fisica. Noi oggi avevamo tre mancanze importanti che mi hanno costretto a modificare quello che avevamo preparato in settimana. Devo pero’ fare i complimenti a quelli che sono scesi in campo perché’ hanno fatto la loro parte alla grande. Faccio i complimenti anche al Lecco perché’ secondo me ha disputato una gara importante. Noi nel primo tempo abbiamo fatto qualche giocata buona, con palla a terra e attaccando dove il terreno ce lo permetteva, forse abbiamo peccato un po’ nell’ultimo passaggio ma non si poteva chiedere di più’ ai ragazzi, viste le condizioni di gara. Devo fare i complimenti anche ad Alessio Tacchinardi, perché’ in poco tempo e’ riuscito a mettere in campo una squadra quadrata, che gioca bene e che sopratutto sanno cosa devono fare, con le idee chiare. Oggi era importante fare punti, dopo le due sconfitte contro Ciliverghe e Darfo Boario, perché’ la squadra e’ in salute, corre e lotta;  questo punto e’ importante. MI sono un po’ arrabbiato negli ultimi dieci minuti perché’ hanno sempre la voglia di puntare in avanti per fare gol, ma in certe situazioni quando si arriva  da un momento delicato, anche il punto fa’ bene alla salute.”

© Riproduzione riservata
Commenti