Commenta

A Pianengo votazione della
mozione contro la concessione
di luoghi ai fascisti

Lettera scritta da Serena Andrea - Consigliere di maggioranza a Pianengo per "Insieme per Pianengo"

Il 22 Febbraio il consiglio comunale di Pianengo ha approvato questa mozione presentata dal sottoscritto, sui valori della Resistenza Antifascista e dei principi della Costituzione Repubblicana.

E’ una mozione il cui testo è stato proposto dall’Anpi provinciale di Cremona come strumento utile per il contrasto agli avanzanti neofascismi e da presentare in tutti i comuni che lo ritengano utile. E’ stata approvata con il voto favorevole mio e del sindaco, un voto contrario dell’opposizione e 7 astensioni(5 di maggioranza e 2 di opposizione).

Ho ritenuto opportuno darne comunicazione solo ora per evitare strumentalizzazioni eccessive frutto di una campagna elettorale avvelenata su questi temi da eventi anche tragici. La mozione è frutto di un clima molto peggiorato sul fenomeno dei nuovi fascismi avanzanti e la presa di posizione dell’Anpi ne è un tentativo seppur parziale di risposta, oggi assistiamo a fenomeni di forte radicamento di queste organizzazioni fasciste in tutti gli ambiti del sociale, ne cito alcuni: “Blocco studentesco” come gruppo organizzato presente nelle scuole e che diffonde volantini con link che riconducono direttamente ad organizzazioni come Casapound. La stragrande maggioranza delle curve di calcio e di altri sport in mano alle destre estreme neofasciste contraddistinte oramai sempre più spesso da cori razzisti e atteggiamenti violenti. Nelle forze dell’ordine la cosa era già risaputra ma sta prendendo sempre più piede.

Spesso trovano formule molto ambigue e difficili da riconoscere presentandosi sotto forma di onlus o associazioni animaliste, di mutualismo ecc. ma in realtà dietro hanno stretti legami con organizzazioni neofasciste; si ricorderà quanto qualche anno fà avvenuto al Bar Barcellona su una iniziativa sulla famiglia tradizionale, in quella occasione la paura di proteste spinse questa associazione all’apparenza democratica a chiamare le peggiori squadraccie di picchiatori fascisti a protezione della loro iniziativa con presenza pure della celere.

In politica lo sdoganamento di partiti fascisti è stato evidentissimo in queste votazioni con Casapaund presente direttamente e non più con accordi con la Lega come in passato, e Forza nuova e Fiamma tricolore ad affiggere perfino manifesti con scritto “I fascisti votano “Italia agli Italiani” (la lista composta dalle loro 2 formazioni).

Nella seduta consigliare è stato rimarcato come un argine a queste formazioni sarebbe dovuto venire anche dallo stato centrale, cosa purtroppo non avvenuta e sentendo Minniti ministro dell’interno per difficoltà a provare in modo ineludibile la trasgressioni delle leggi che vietano la divulgazione di ideologie fasciste, guardando certi manifesti apposti pubblicamente e tutte le indagini passate su fatti di violenza e chiare affermazioni di loro esponenti sembra altrochè strano non si riesca a dimostrare quanto è evidente a tutti.

Purtroppo i nostri figli e giovani si trovano in una società in cui abbiamo dato troppo spazio a chi è portatore di una ideologia violenta e antidemocratica oltre che razzista e il pericolo che ne vengano attratti c’è, purtroppo servirebbe una seria riflessione e non sminuire un fenomeno grave e pericoloso.



© Riproduzione riservata
Commenti