Commenta

Padania A. compra l'ex pozzo
di v.Palmieri: 'Riqualificazione
e valorizzazione'

190.000 euro nelle casse del Comune che finanzieranno progetti di edilizia scolastica
Lanfranchi, Bonaldi, Bodini

La vecchia casa dell’acqua di via Palmieri è stata acquistata da Padania Acque. “Un investimento non solo per la nostra società – ha affermato il presidente Claudio Bodini – Ma anche per questo territorio”. Infatti, quello che ora è un rudere in disuso, diventerà la sede degli uffici di Padania Acque, convinti che sia “un buon modo di avvicinarci ancora di più ai cittadini”.

Una bella notizia anche per il Comune di Crema, che incassa 190.000 euro da un immobile che da anni è nel piano delle alienazioni e che fino ad oggi non era mai risultato appetibile per nessuno. Guadagno che andrà a finanziare progetti di edilizia scolastica (ancora da definire). “Inoltre la zona circostante risulterà più bella – ha aggiunto il sindaco Stefania Bonaldi – E speriamo questo faccia da imput anche ai privati proprietari di stabili lungo il viale di Santa Maria, un asse che ora è oggetto di diverse riqualificazioni”.

La formalizzazione del passaggio di proprietà avverrà settimana prossima; poi si renderà necessario il via libera della Soprintendenza (l’immobile è soggetto a vincoli, ndr) e successivamente verrà studiato il progetto. I lavori, come annunciato dall’amministratore delegato di Padania Alessandro Lanfranchi, termineranno con il 2019. “Abbiamo intenzione di mantenere la parte storica delle pompe e del depuratore, affinché possa essere meta di attività didattica delle scuole. Lo spazio restante sarà adibito agli uffici e spazi comuni per le riunioni”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti