Commenta

Giovedì della biblioteca
con 'Il mistero del popolo
serpente' di Anna Zanibelli

Giovedì 22 febbraio 2017 ore 21, nuovo appuntamento della rassegna I Giovedì della Biblioteca con Anna Zanibelli per la presentazione del suo libro “Il mistero del popolo serpente” (Ed. Liberedizioni). Introdurrà l’autrice Adriano Tango.

Il romanzo è ambientato in Val Camonica, più precisamente in Val Saviore, una piccola Valle laterale alla zona delle incisioni rupestri. La storia ha inizio con un fatto realmente accaduto: nell’estate 2012 viene ritrovato, a 2000 metri, un masso inciso risalente all’età del Ferro con una scritta sconosciuta e unica nel suo genere. Numerosi esperti formulano diverse ipotesi circa il suo significato e anche la giornalista svizzera Andra Vincenti viene inviata in Val Saviore a Cevo (luogo natale del nonno paterno) dal suo direttore, per scrivere un “pezzo” sulla stele dalla scritta misteriosa. Quello che sembra un normale incarico di lavoro si trasforma, per la giovane donna, in un’avventura ricca di inattesi imprevisti e mirabili scoperte, tra simboli antichi, luoghi di culto e incisioni rupestri. Là dove storia e leggenda  si fondono per rivelare l’origine di una civiltà perduta vissuta più di due millenni addietro e custode di un antico sapere. Con l’aiuto di persone fidate, in particolare Lorenzo, una guardia forestale del Parco dell’Adamello, Andra proverà a ricostruire la storia di questo antico popolo imparentato con i Celti. Rischierà la vita affrontando coloro che a tutti i costi, desiderano impossessarsi dell’inestimabile mistero, ma le sue doti di coraggio e perseveranza la aiuteranno a scoprire le proprie origini e il proprio destino.

Anna Zanibelli, soresinese, classe 1975. Diplomata all’istituto magistrale ad indirizzo pedagogico musicale Albergoni di Crema nel 1994. Ha frequentato l’Università di Musicologia a Cremona e approfondito gli studi di pianoforte e musicoterapia. Nel frattempo ha insegnato propedeutica musicale nelle scuole bandistiche della provincia. Attualmente vive a Trigolo e insegna presso la Scuola dell’Infanzia di Castelleone. Da sempre coltiva la passione per la scrittura, per la musica e per la montagna.

© Riproduzione riservata
Commenti