Commenta

Emergenza influenzale, all'Ats
Valpadana 290mila euro
per attivare nuovi posti letto

296.691 euro stanziati dalla Regione per l’Ats Valpadana, da suddividere tra Cremona, Crema e Mantova, a fronte di un numero accessi al Pronto Soccorso pari a 289.958 (dato 2016), allo scopo di far fronte al sovraffollamento delle strutture che ogni anno si verifica nel periodo invernale in concomitanza con i picchi influenzali. Sono 4 i milioni messi a disposizione da Regione Lombardia, che consentiremo, nel periodo dal 1 dicembre al 31 marzo, di attivare posti letto aggiuntivi all’interno delle strutture sanitarie.

“Le Asst e gli Irccs pubblici dotati di Pronto soccorso, Dipartimenti di emergenza e urgenza (Dea) e Emergenza ad alta specialità (Eas) potranno far fronte ai maggiori accessi ai PS, avvalendosi di tre modalità di incremento dei posti letto: attraverso l’aumento temporaneo di quelli interni alla struttura di area medica e chirurgica e di degenza per subacuti; l’utilizzo di quelli messi a disposizione da strutture sanitarie accreditate e a contratto nell’ambito del budget assegnato; l’attivazione di convenzioni con strutture sanitarie e unità d’offerta sociosanitarie di RSA o cure intermedie che convertano temporaneamente parte dei posti accreditati in degenze per subacuti” spiega l’assessore Giulio Gallera. “A differenza delle altre modalità l’incremento dei posti letto interne alle struttura di area medica e chirurgica e di degenza per subacuti sarà possibile in qualsiasi periodo durante il corso dell’anno per un massimo di 40 giorni”.

© Riproduzione riservata
Commenti